"Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo

Buon lunedì wordsbookiani!!

Quest'oggi ricomincia per davvero la routine lavorativa, i due giorni di settimana scorsa sono stati un piccolo riscaldamento ma da oggi si può dire che inizia ufficialmente l'anno nuovo. Alzarsi è stata una delle cose più difficili che mi sia mai capitata in quest'ultimo periodo, sembrava che il letto mi trattenesse contro la mia volontà e mi impedisse di raggiungere gli occhiali da vista e mettermi in moto!

Per fortuna (ma anche no) sono riuscita nell'impresa titanica di iniziare una nuova settimana, devo davvero riabituarmi al non poter oziare la mattina! Comunque eccomi qui con una nuova recensione, il mio primo retelling, un romanzo che ho letto in pochissimi giorni e di cui vi avevo parlato QUI. Si tratta di Beauty and the Cyborg di Miriam Ciraolo, ma andiamo a vedere come è andata questa lettura...
Beauty and the Cyborg
di Miriam Ciraolo

Editore: Self publishing
Pagine: 390
Prezzo: 1,99 €
Formato: eBook
Link d'acquisto: amazon.it

Trama:
E se questa storia iniziasse con: c'era una volta l'elettricità?
Il Nido di Spine è una cittadina francese dove la corrente elettrica non scorre più come un tempo. Dopo una guerra chiamata “Nuova Notte” gli equilibri mondiali sono cambiati e i continenti sono stati messi in ginocchio dai Cyborg, esseri privi di anima che torturano innocenti.
In un mondo dove la parola scritta è vietata e gli esperimenti elettrici sono punibili con la morte, si muove la ricercata Bellatrice Sparks.
Lei sa leggere, sa scrivere e dal giorno in cui ha fatto funzionare una torcia elettrica nella sua città, è costretta a fuggire per salvaguardare la sua famiglia. Rapita dai trafficanti di schiave viene venduta ai sovrani di Elettra. Ma in un castello dove l'elettricità pulsa ancora un essere ignoto si aggira nell’ombra. Per fronteggiare l'enigmatica creatura e per riabbracciare la sua famiglia, Bellatrice dovrà sottrarsi agli inganni della proibita e misteriosa Ala Ovest del castello. Ma deve fare molta attenzione, cosa si cela dietro la maschera dell'odio?

• RECENSIONE •

Come vi anticipavo si tratta del primo romanzo retelling che abbia mai letto. Non appena avevo letto che si trattava di una rivisitazione in chiave distopica de La Bella e la Bestia non ho proprio saputo resistere alla voglia di leggerlo. L'autrice è stata gentilissima a inviarmi una copia digitale e così ho potuto buttarmi subito nella lettura, non ho aspettato un secondo di più ero troppo curiosa e sono contentissima di dirvi che mi è davvero piaciuto molto e che sicuramente leggerò altri retelling!!

Il romanzo è ambientato in un mondo in cui l'elettricità è stata bandita e ci racconta la storia di Bellatrice Sparks abitante de Il Nido di Spine una città governata da Cyborg che impiegano gli umani nel lavoro e che non permettono a nessuno di conoscere la lettura e di poter utilizzare l'elettricità. In questa città dove si lavora per un misero pasto serale conosciamo una Bellatrice in fuga dai Cyborg per aver tentato di far funzionare una pila; nascosta nel bosco esterno alle mura, cerca in tutti i modi di sopravvivere fino al giorno in cui viene stanata.
Da qui comincia un viaggio verso Elettra (una delle città di luce) dove verrà, inizialmente, impiegata come servitù per i reali.

La maggior parte del racconto si svolge all'interno delle mura del Palazzo Reale dove iniziamo a conoscere i personaggi che ci accompagneranno nella storia. Sono stata piacevolmente colpita dal modo in cui l'autrice ha saputo introdurre le similitudini a La Bella e la Bestia senza però creare un doppione. Infatti, il romanzo rimane, a mio parere, una storia completamente nuova nella quale sono riuscita a perdermi. Volevo sapere cosa sarebbe accaduto a Bella perché fino alla fine sono rimasta con il fiato sospeso.

Ho apprezzato moltissimo il personaggio di Lum e sopratutto mi è piaciuta la sua trasformazione nel corso della storia, non mi sarei aspettata nulla di simile e anche questo a fatto in modo che la lettura scorresse più veloce di quanto avevo previsto. Staccarsi dalle pagine non è stato facile, il mix di crudeltà e speranza che aleggia tiene viva l'attenzione e invoglia a conoscere la conclusione!

Un romanzo davvero interessante che con il suo finale si è catturato un sicuro lettore per un seguito! Perché ci sarà un seguito, vero?

Il mio giudizio: 4/5

★ ★ ★ ★ ☆

E voi cosa ne pensate? Siete degli amanti dei retelling?
Alla prossima, ciaoooooo ^___^

6 commenti

  1. Che magnifica recensione! Grazie di cuore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per questa bellissima storia!!

      Elimina
  2. Bellissima recensione! Ho avuto proprio oggi modo di riceverlo e non vedo l'ora di leggerlo! *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è davvero piaciuto molto e mi ha incuriosito molto sul mondo dei retelling!
      Verrò a leggere sicuramente il tuo parere, sono curiosa!!!

      Elimina
  3. bellissima recensione...mi ha fatto venir voglia di leggerlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il primo retelling che ho letto e mi è davvero piaciuto molto!!! ^_____^

      Elimina

Grazie mille per essere passato di qui, se ti fa piacere lascia un tuo pensiero!