1 giugno 2017

"Freddo come la pietra" di Jennifer L. Armentrout

• • •

Buongiorno wordsbookiani!

Come state? È arrivato il momento di andare avanti con la serie di recensioni di questa settimana ma sopratutto è arrivato il momento di parlare ancora un po' di Jennifer L. Armentrout e della sua serie The dark elements edita da HarperCollins Italia. Oggi vi racconto come è andata la lettura di Freddo come la pietra, secondo volume di questa serie.

Freddo come la pietra
Freddo come la pietra
di Jennifer L. Armentrout

Editore: HarperCollins Italia
Pagine: 480
Prezzo: 9,90 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 06 aprile 2017
Link d'acquisto: harpercollins.it

Trama:
Layla Shaw deve rimettere insieme la sua vita andata in pezzi: impresa non facile per una ragazza di diciassette anni, praticamente certa che le cose non possano andare peggio di così.
Il suo migliore amico, Zayne, straordinariamente bello, è da considerare off-limits, a causa del misterioso potere che da sempre affligge Layla: il suo bacio è in grado di rubare l'anima di chi lo riceve. Fuori questione, quindi, l'idea di poterlo baciare. Inoltre, il clan dei Warden, che l'ha sempre protetta, comincia a nascondere segreti pericolosi. E per finire, Layla non vuole pensare a Roth, sexy e trasgressivo principe dei demoni, che riusciva a capirla come nessun altro.
Ma talvolta toccare il fondo è solo l'inizio. Perché all'improvviso i poteri di Layla iniziano a crescere e le viene concesso un assaggio di ciò che finora le era sempre stato proibito. Poi, quando meno se lo aspetta, Roth ritorna, con notizie che potrebbero cambiare il suo mondo per sempre. Sta finalmente per ottenere quello che ha sempre desiderato ma il prezzo potrebbe essere più alto di quanto Layla è disposta a pagare.

• RECENSIONE •

Mi sono chiesta spesso, come mai non abbia cominciato a conoscere questa autrice qualche anno fa. Insomma se qualcuno adesso mi chiedesse un romanzo da leggere andrei dritta sicura a proporre uno dei tantissimo libri pubblicati da questa autrice. Freddo come la pietra non è stato da meno e consiglierei questa saga ad occhi chiusi.

Freddo come la pietra
Dopo il finale sconvolgente del primo capitolo avevo davvero voglia di mettermi a leggere questo secondo volume. Non potevano rimanermi dubbi e volevo a tutti i costi che tutto si risolvesse per il meglio. Così armata di tutta l'ansia possibile mi sono subito messa a leggere il romanzo e dopo pochissime righe mi sono ritrovata immersa nella stessa situazione ormai famigliare di Demoni e Guardiani.
Le prime pagine mi hanno lasciata un po' così. Non sapevo bene cosa aspettarmi e finché Roth non ha fatto la sua apparizione devo ammettere che ero un po' triste per come si stava svolgendo la storia.

Ovviamente il suo arrivo mi ha risollevato il morale. Questo personaggio è davvero incredibile e non si può non amarlo. Però in questo romanzo viene messo un pochino più in disparte per lasciare il ruolo di protagonista maschile a Zayne, che se proprio siamo sinceri non mi piace affatto. Non so chi sceglierà Layla alla fine ma di una cosa sono certa... Il mio voto è tutto per Roth senza nessun dubbio.
Purtroppo Zayne non mi ha preso in simpatia fin dal primo volume. Mi è sembrato sempre defilato e anche in queste pagine, dove ha molto più spazio, non è risaltato come speravo e non mi ha fatto certo cambiare idea.

Per quanto riguarda la storia, abbiamo dei notevoli sviluppi. Vengono introdotti nuovi personaggi, come le streghe e l'azione non manca di certo. Layla è cambiata molto, sta crescendo, sta cercando di capire definitivamente chi è di accettarsi per questo ma non ha un attimo di tregue e nel parapiglia della ricerca del Lilin non è facile ritagliarsi un angolino per se stessi.

Per la prima volta dopo tantissimo tempo, però, mi aspettavo decisamente che la storia prendesse una determinata piega. Sono rimasta un po' delusa di sapere che avevo capito già da metà libro chi era il Lilin e di non aver avuto nessun grosso colpo di scena sul finale. Ma questo devo dire che non ha intaccato molto il piacere della lettura.
Era abbastanza palese chi fosse e mi è sembrato davvero strano che i personaggi non se ne rendessero conto. Mi è venuta davvero voglia di entrare nel romanzo romanzo e gridare un grosso: "Svegliaaaaa!" a tutti.

Nel complesso la lettura è andata decisamente bene e ammetto di essermi già buttata sull'ultimo romanzo perché avevo davvero bisogno di sapere come l'autrice ha deciso di portare a termine questa trilogia, quindi resistete che a breve vi racconto come è andata!


Il mio giudizio: 4/5

★ ★ ★ ★ ☆

E voi cosa ne dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!


3 commenti

  1. Sono dell'idea che questa serie della Armentrout non brilli molto come trama, ma i suoi personaggi riescono a entrarti dentro. Roth, poi... *sbav*

    RispondiElimina
  2. Di tutta la trilogia questo è quello che mi è piaciuto un po meno degli altri, forse appunto perchè era più incentrata su Zayne e io sono sempre stata Team Roth ahahaha

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con te, dei tre romanzi questo mi è piaciuto meno, proprio perché non amo affatto Zayne. Si, è molto carino e premuroso ma, in primis non è Roth, e poi non mi ha mai convinta più di tanto. Sono curiosa di leggere la tua recensione di Lieve come il respiro :-)

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!