3 novembre 2016

"Una presenza in quella casa" di Paige McKenzie

Buon pomeriggio wordsbookiani!!

Come state? Cosa mi raccontate di bello? Ieri sera non ho resistito e dopo una nottata quasi insonne ho finito di leggere Una presenza in quella casa di Paige McKenzie edito da Giunti. Quindi questa mattina ho deciso di mettermi subito all'opera e di lasciarvi il mio parere su questo romanzo, pronti?
Una presenza in quella casa
Una presenza in quella casa
di Paige McKenzie

Editore: Giunti
Pagine: 304
Prezzo: 16,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 20 gennaio 2016
Link d'acquisto: giunti.it

Trama:
Nella nuova casa di Sunshine – questo il soprannome della ragazza – si avverte qualcosa di inquietante: oggetti che si spostano, risatine nel cuore della notte, ombre misteriose nelle foto che scatta... La madre adottiva, con cui Sunshine ha un rapporto aperto e affettuoso, insiste nel dire che è tutto frutto di immaginazione e comincia a comportarsi in modo sempre più incomprensibile. C'è solo una persona che dà credito ai timori di Sunshine: Nolan, un compagno di liceo che condivide la sua passione per la fotografia ed è disposto ad affiancarla per studiare i vecchi casi di cronaca nel tentativo di capire cosa stia davvero succedendo. La tensione sale inarrestabile e le cose peggiorano quando le risatine si trasformano in urla e singhiozzi. Cosa nasconde quella casa? Sunshine è in preda al terrore, ma deve farsi forte se vuole salvare la madre da una sorte peggiore della morte.

• RECENSIONE •

Avevo sentito parlare moltissimo di questo romanzo e non sempre erano pareri positivi, anzi a dirla tutta era di più i pareri negativi che quelli positivi. Ma quest'anno l'uscita del secondo volume in prossimità di Halloween mi ha spinta a dargli una possibilità. Volevo tantissimo fare qualche lettura a tema e Una presenza in quella casa mi sembrava il romanzo perfetto.

Innanzitutto ho iniziato questo romanzo senza grandissime aspettative, non sapevo bene come sarebbe stata la lettura ma avevo davvero una gran voglia di scoprirlo. Non avere aspettative alte aiuta sempre perché mi pone davanti alla lettura senza alcuno pregiudizio (positivo o negativo) e prontissima a scoprirne di più. Inoltre, devo essere onesta e dirvi che della webseries collegata non ne sapevo assolutamente nulla e anche ora che ho letto il romanzo non sono sicura che vedrò mai la serie.

Una presenza in quella casa
Appena iniziata la lettura mi si è aperta davanti una storia capace di trascinarmi. Il prologo mi ha fatto pensare che ci sarebbe stato qualcosa di misterioso e che la nostra protagonista ne avrebbe viste delle belle perché questo è solo l'inizio.

Sunshine, è una ragazza normale, non troppo bella e nemmeno con troppi problemi. Mi è piaciuta fin da subito, è facile immedesimarsi in lei e il fatto che non creda subito al mondo sovrannaturale la rende ai miei occhi un po' più vera.
La McKenzie è riuscita a trasmettermi la sua paura davanti alle scoperte di Sunshine, l'ansia del rientrare a casa e non sapere che cosa sarebbe successo ma anche il coraggio di questa ragazza e la forza che cresce pagina dopo pagina.

L'ambientazione è stata ricreata decisamente bene. In ogni horror che si rispetti c'è sempre una casa inquietante che aspetta i nostri protagonisti e in questo caso è proprio quella di Sunshine. Ma come mai? Cosa infesta questa casa?
Inizialmente sembrerebbe una "bambina" che vuole solo giocare (e non so voi ma a me ha inquietato già questo) ma poi, man mano che la storia prende vita e le pagine si svoltano alla velocità della luce, si scopre che il mondo degli spiriti non è così semplice e non c'è solo la bambina in quella casa.

A questa ambientazione creepy si aggiungo dei personaggi davvero ambigui di cui all'inizio non riuscivo proprio a farmi un'idea. Conosciamo infatti fin da subito Nolan, il compagno di classe che sembra capirla meglio di chiunque altro. Le crede senza bisogno di prove, la sprona a cercare sempre più informazione e l'accompagna in questa sua ricerca. Ma in qualche modo Sunshine non sta bene vicino a lui e questo ha acceso un bel po' di campanelli dall'arma nella mia testa, non vi dico altro perché è giusto che se non avete ancora letto questa storia la scopriate da soli. E poi, c'è anche questa voce fuori campo, la voce del prologo, che segue Sunshine durante la sua storia. Un mentore ma anche lui non me la raccontava giusta all'inizio, avevo un brutto presentimento e... beh lo scoprirete! *sono diventata cattiva anche io*

Non amo i libri o film horror/splatter. Sono una fifona e quello che mi spaventa tendenzialmente lo evito, invece questo romanzo mi ha conquistata, ci sono stati alcuni momenti che mi hanno sorpreso grazie a colpi di scena paranormali che non mi aspettavo e che un po' mi hanno spaventata ma per il resto è abbastanza soft e quindi non mi ha turbata più di tanto. Sapevo che stavo per entrare in una casa infestata, ma non sapevo proprio cosa altro aspettarmi. Sicuramente non mi aspettavo i luiseach che hanno aiutato a rendere il romanzo davvero unico.

Per me è stata decisamente una lettura positiva, perfetta per il periodo in cui l'ho letta e che mi spinge a essere molto curiosa su quello che succederà nel secondo volume. La McKenzie è riuscita a creare una storia che sicuramente sa prendere il suo lettore e tenerlo incollato alle pagine.

Il mio giudizio: 4/5

★ ★ ★ ★ ☆

Cosa mi dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo ^_____^

5 commenti

  1. Io sono una fifona e non guardo gli horror, invece i libri di questo genere riesco a leggerli e mi piacciono anche :D la tua recensione mi ha convinta, lo inserisco in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in due Chiara, questa lettura mi ha fatto venire voglia di provare a leggere altri romanzi del genere e combattere la mia fifa!!! Magari con i libri va molto meglio!!!

      Elimina
  2. Devo iniziare la serie... ahhh quanti libri da recuperare, non so se mi basteranno i regali di Natale per dare respiro alla WL *lei sospira*

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!