10 novembre 2016

Chi ben comincia • 6 | "La corona di fuoco" di Sarah J. Maas

Buongiorno wordsbookiani!!!

Come state?? Oggi volevo pubblicare un nuovo appuntamento con Cover Battle perché adoro quella rubrica ma come la volta scorsa mi sono ritrovata senza romanzo da confrontare e non volevo parlarvi di quelli che leggerò in futuro. Quindi ho rispolverato una vecchia rubrica che era un po' che non facevo: Chi ben comincia! Mi piace molto anche questa ma a volte mi risulta troppo poco coinvolgente (vado molto a giornate). Comunque l'ultimissima lettura fatta come dicevo ieri è La corona di fuoco di Sarah J. Maas edito da Mondadori e ho deciso che sarà proprio questo il romanzo protagonista di oggi!


Chi ben comincia
È una rubrica ideata dal blog Il profumo dei libri. Consiste nel proporvi l'incipit
(più o meno le prime 10-15 righe iniziali) di un libro attualmente in lettura o scelto a caso.


La corona di fuoco
La corona di fuoco

di Sarah J. Maas


1

Numi del cielo, si moriva di caldo in quel regno insignificante...
O forse Celaena Sardothien si sentiva soffocare perché era rimasta ore a rosolarsi sul tetto, con un braccio sopra gli occhi per ripararsi dal sole, come il pane azzimo che i poveri lasciano cuocere sul davanzale perché non possono permettersi un forno di mattoni.
E quel loro teggya, o come lo chiamavano, un pane croccante dal sapore di cipolla che non se ne andava nemmeno dopo aver bevuto due litri d’acqua, le dava la nausea.
Ma era tutto quello che poteva permettersi da quando era sbarcata a Wendlyn, due settimane prima, e si era diretta a Varran, la capitale, come le era stato ordinato da Sua Maestà Imperiale e Signore della Terra, il re di Adarlan.
Dopo aver studiato l’inespugnabile fortificazione del castello, le guardie scelte e le bandiere color cobalto che sventolavano fiere nel vento caldo e secco, aveva deciso di non uccidere gli obiettivi che le erano stati assegnati.
Poi, avendo finito i soldi, si era messa a rubare teggya e vino dai carretti dei venditori.
Già, a rubare teggya e vino... Quel rosso asprigno, prodotto dalle dolci colline intorno alla capitale, che le prime volte aveva sputato, ma che poi aveva cominciato a piacerle, e anche parecchio... Specialmente dal giorno in cui aveva deciso che non le importava più di niente.





Inizia proprio così, nel vivo del momento e devo dire che se non avessi dato un'occhiata ai volumi precedenti dopo tutto questo tempo avrei fatico un po' a ritrovarmi. Ma la Maas è sempre la Maas e dopo pochissimo mi ha coinvolto di nuovo nella storia.
E voi cosa ne pensate? Lo avete già letto?
Ciaooooooo ^______^

4 commenti

  1. *__* Non vedo l'ora di poterlo leggere (sono in coda in biblioteca)!!!! Sono troppo curiosa dopo così tanto tempo e il fatto che dopo poco dici di sentirti coinvolta mi fa ancor di più diventare impaziente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è passato troppo tempo da un libro all'altro!!!

      Elimina
  2. Finito proprio l'altro giorno. Meraviglioso *w*

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!