11 giugno 2016

Italian reports • 53

Buongiorno wordsbookiani!!!

Come state? Siete pronti a cominciare il weekend. Questa settimana è stata un po' intensa sopratutto perché continuavo a dimenticarmi le cose da fare. Per fortuna siamo arrivati a sabato e, anche se ci sono un po' di cose da fare, sono qui con la mente rilassatissima. È una bella sensazione.

Quindi carica per questa nuova giornata vi lascio una nuova segnalazione: un romanzo YA che uscirà il prossimo 23 giugno per Edizioni il Ciliegio. Si tratta di Vuoi conoscere un casino? di Alex Astrid il secondo romanzo di questa giovanissima autrice, andiamo a conoscerlo meglio.

Italian reports
Sotto questa categoria verranno inserite tutte le segnalazioni di autori emergenti italiani


Vuoi conoscere un casino?
Vuoi conoscere un casino?
di Alex Astrid

Editore: Edizioni il Ciliegio
Pagine: 284
Prezzo: 17,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 23 giugno 2016
Link acquisto: edizioniilciliegio.com

Trama:
Giorgia è una sedicenne della provincia di Milano, scrive a Martina, la cugina morta pochi mesi prima in un incidente d’auto. Martina diventa così “un diario”, un’amica invisibile che accoglie tutte le confessioni e gli sfoghi di Giorgia. La prima lettera è datata 5 febbraio 2014 e narra gli avvenimenti accaduti subito dopo la scomparsa di Martina. Nelle lettere successive Giorgia racconta la sua vita: la famiglia, gli amici, gli amori, ma anche le delusioni e le grandi e piccole gioie. La ragazza racconta soprattutto la storia di un viaggio interiore che la porta fino alla liberazione delle proprie paure e incertezze.
In Vuoi conoscere un casino? c’è tutto il mondo dei giovani di oggi, senza filtri e ipocrisie.

Alex Astrid
Alex Astrid, pseudonimo di Giorgia Pollastri, è nata il 7 giugno 1998. Vive a Inzago, in provincia di Milano. Dopo l'asilo, la scuola elementare e le medie, è approdata sulle sponde del liceo linguistico Simone Weil di Treviglio. Che cosa ama di più? Sicuramente scrivere, ma anche il suo pesciolino rosso ha una grande importanza. L’autrice con alcuni estratti di “Vuoi conoscere un casino?” ha già ottenuto diversi riconoscimenti: miglior autore giovane al concorso “Primavera è donna” organizzato da CircumnavigArte; secondo posto nella sezione giovani scrittori under 21 alla XXVIII edizione premio internazionale “Cinque Terre – Golfo dei Poeti – Sirio Guerrieri”; terzo posto nella sezione giovani del concorso “Il litorale” premio Adriano Godano.



Ho iniziato a piangere quasi senza accorgermene, gocce delicate sul viso, che si sono mescolate alla pioggia, dolce e salato. Un dito sulla guancia. Mi sentivo stupida. Avevo sete, tanta sete. Ho alzato la testa per assaggiare la pioggia. Pioggia, lacrime, pioggia. Che differenza c’è? Riccardo è a casa adesso? A casa di chi? Sua? Non penso. Lo ho immaginato sotto il mio stesso cielo, le mie stesse nuvole scure, la stessa sete. Però niente lacrime per lui, quelle sono solo mie. Solo io sto male, lui forse è felice, fatto e senza di me. Ho girato su me stessa, una, due, tre volte. Una risata. Un singhiozzo. Sono quasi caduta. Due mani sulle spalle.
«Stai bene?» ha chiesto preoccupato un ragazzo riccio. Mi sono vista riflessa nei suoi occhi scuri: bagnata, fradicia, la borsa messa a caso, le labbra mordicchiate, la matita sbavata e l’espressione stordita. Ho annuito. Confusa io, confuso lui.
«Sicura?»
Non l’ho convinto per niente.
Ho di nuovo scosso il capo.
«Invece non mi sembra che tu stia bene. Io sono Daniele, e chiunque tu sia non ho intenzione di lasciarti ondeggiare in questo modo. Dove devi andare?»
Lo vedevo sfocato, opaco...
Ho sbattuto gli occhi, li ho sfregati nervosamente con le mani. Andava meglio.
«No, grazie, dai, sto bene, davvero, scusa se sembro così...» Non ho trovato un aggettivo adeguato.
«Incasinata? Matta?» mi è venuto in soccorso lui.
«Sì, così incasinata. Scusa ma io sono un casino. Adesso vado.» Ho allontanato delicatamente le sue braccia, che erano ancora sulle mie spalle, e me ne sono andata, barcollante.
Oggi quasi non ci ho fatto caso, forse non l’ho sentito, forse l’ho solo immaginato, ma quel ragazzo, quel Daniele, quando mi sono voltata, ha sussurrato tra sé: «Lei è un casino... mi piace come nome. Casino.».

Che ne dite di questo romanzo, lo conoscevate già?
Ciaooooooo ^___^

3 commenti

  1. Ciao clary girovagando nella blogosfera ti ho trovata e devo dire che il tuo blog mi ha conquistata all'istante! Come anche questo libro ❤️ Me lo segno subito ❤️ Ah e ovviamente m aggiungo subito come lettrice fissa, se poi ti andasse di passare da me è ovvii che ne sarei felice! A presto ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, grazie mille davvero!!! Sono davvero contenta che ti piaccia e benvenuta ^_____^

      Elimina
  2. Grazie mille Clary per la segnalazione!
    Ho da poco creato un blog anche io... se ti va prova a dare un'occhiata, accetto consigli di qualunque tipo :))

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!