27 aprile 2016

12ª Tappa Blogtour "Dylan Magon" | "There" di Leonardo Patrignani

Buongiorno wordsbookiani!

Questa è una settimana corta per fortuna :) Ho iniziato a lavorare solo ieri ma mi sembra di non aver preso neanche un giorno di riposo. Questo maledetto raffreddore non mi vuole lasciare e faccio fatica a fare qualsiasi cosa. Per fortuna eccoci qui con la tappa del blogtour di Dylan Magon che ospito sul blog!!

Banner Dylan Magon

Sono contentissima come sempre di prendere parte a un evento come questo e devo dire che per essere il primissimo blogtour Musical Letterario mi sto divertendo moltissimo. Ho avuto modo di conoscere molto meglio Dylan e le sue canzoni e allo stesso tempo approfondire la conoscenza di molte autrici e autori che si sono resi disponibili per questa iniziativa.
In questa tappa avremo modo di conoscere meglio Leonardo Patrignani e il suo romanzo There edito da Mondadori, attraverso il mio parere sulla lettura e un’intervista all'autore, siete pronti?
Prima di cominciare vi lascio il calendario e i link a tutti i blog che hanno preso parte all'iniziativa!




There. Il romanzo
There cover
There
di Leonardo Patrignani

Editore: Mondadori
Pagine: 372
Prezzo: 18,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 09 giugno 2015
Link d'acquisto: librimondadori.it

Trama:
È passato quasi un anno dalla mattina in cui la madre di Veronica è stata uccisa per mano di un folle. La vita della ragazza è finita quel giorno e le sue notti da quel momento sono tormentate da una frase incomprensibile che la madre ha cercato di dirle prima di morire. Ora vive sola in un monolocale e le sue giornate si susseguono monotone e uguali, grigie come la periferia in cui vive. Finché, una notte, Veronica si trova nel mezzo di un incendio che distrugge una pompa di benzina. Sembra solo un tragico incidente, fino a quando un giornale pubblica in rete le immagini di una telecamera a circuito chiuso che ha ripreso la scena. Veronica non è presente nel filmato. Eppure ricorda. Ha visto tutto nei minimi dettagli. Ha visto anche quella persona allontanarsi mentre le fiamme divampavano. E la vedrà ancora. Veronica si mette nelle mani di Raymond Laera, un vecchio ed enigmatico studioso delle esperienze pre-morte, e del suo giovane e brillante allievo, il neurochirurgo Samuele Mora. Ha bisogno di capire cosa le sta succedendo, di trovare delle risposte anche a costo di intraprendere un cammino al confine tra la vita terrena e l'aldilà. E se questo è un modo per riabbracciare la madre, per sentire la sua presenza, lei è pronta ad andare fino in fondo. Perché forse è l'unica via per demolire la stanza in cui è murata. Per tornare a vivere.

• RECENSIONE •

Quando abbiamo iniziato a organizzare il blogtour e ci siamo divisi le tappe sono stata super contenta di poter leggere il romanzo di Leonardo. Conoscevo già lo stile dell'autore dopo aver letto Multiversum e, dal momento che There è uscito da un annetto e, più o meno da quando ho saputo dell'uscita lo voglio leggere, questa era un'occasione da non perdere.

There. Foto
La trama e le temetiche trattate nel romanzo mi hanno sempre affascinato. Non posso dire che non mi sono mai posta la domanda “cosa c'è dopo la morte?” perché credo che ognuno di noi, almeno una volta, se lo sia chiesto.
E leggere una storia che tratta di esperienze extrasensoriali dire che aveva fatto scattare la mia curiosità è poco.

La protagonista di questa storia è Veronica una ragazza giovanissima che dopo aver subito un grave trauma (la morte della madre, Delia, davanti ai suoi occhi per colpa di una sparatoria senza senso in banca) comincia un viaggio introspettivo.
Rimasta ormai sola, ci viene presentata atraverso la sua routine e i suoi pensieri ancorati al giorno che le ha cambiato la vita. Troppo giovane si ritrova costretta a tirare avanti in una Milano di periferia che rispecchia moltissimo lo stato attuale di questa città.

Ma questo romanzo non si limita a raccontarci la storia di Veronica e della sua lotta, ci introduce, infatti, elementi paranormali, sovrannaturali. Veniamo messi a conoscenza della OBE, della NDE e anche di qualche nozione quantistica (che un po' mi hanno spaventata). Attraverso la nostra protagonista facciamo la conoscenza del professor Laera e del suo allievo, Samuele, che saranno coloro che ci accompagnano in questa nuova fase.

Devo ammettere che ho faticato un pochino ad ingranare con la lettura, Leonardo è stato molto bravo a catturare la mia attenzione ma in alcune parti, essendo io un'inesperta di nozioni scientifiche, ho davvero impiegato un po' a capire il giusto funzionamento. Dopo una partenza un po' incerta posso solo dire che la storia mi ha catapultata tra le pagine e l'ultima parte l'ho letta tutta d'un fiato.

Continui a leggere perché ogni sassolino lasciato abilmente dall'autore all'interno della storia, ti conduce al finale, che non sto di certo a raccontarvi altrimenti altro che spoiler!

Il mio giudizio: 4/5
★ ★ ★ ★ ☆


Intervista There

Ciao Leonardo, benvenuto su Words of books. Sono molto contenta di poterti intervistare per il blogtour dedicato a Dylan e per poter approfondire il tuo romanzo There. Cominciamo subito:

Leonardo Patrignani foto
D: Come è nata la tua passione per la scrittura?
R: Giocavo a scrivere e rilegare brevi racconti già all'età di 6 anni, con l'aiuto di una Olivetti-Lettera35. Una questione di DNA, credo.

D: È presente nel tuo romanzo un aspetto particolarmente legato alla musica o da esso ispirato?
R: Veronica vive una sorta di paralisi emotiva e si trova in totale distacco dal mondo. Le fa però compagnia la musica: un paio di cuffie sono l'ideale per isolarsi dal mondo. Un brano rappresentativo di questa sua fase di elaborazione del lutto è Better Man, di Paolo Nutini.

D: Quanto è importante per te la musica nella fase di scrittura delle tue storie?
R: Fondamentale. Scrivo spesso con una colonna sonora in sottofondo. A seconda del mood di quello che sto scrivendo, posso passare da Hans Zimmer a Chopin, da Verdi a Paco de Lucía. Sicuramente prediligo un commento sonoro strumentale, per evitare le distrazioni che porterebbe il cantato.

D: ​Ci sono canzoni che possono essere considerate la colonna sonora del tuo romanzo?
R: C'è addirittura una playlist ideale, da me assemblata e caricata su Spotify.

D: Qual è la tua canzone preferita e perchè ti ci senti particolarmente legato?
R: Bohemian Rhapsody, dei Queen, perché andrebbe insegnata nelle scuole. Un'opera d'arte. Un assoluto capolavoro. Eterna come la voce del suo creatore.

D: Come definiresti il tuo rapporto con la musica? Hai mai avuto esperienze dirette, ad esempio imparando a suonare uno strumento?
R: Sono il cantante e autore di una band (Beholder) che nei primi anni 2000 ha inciso 3 dischi, pubblicati in diversi paesi. La musica è sempre stata una questione di famiglia, dal momento che mio padre era uno storico insegnante del Conservatorio di Milano, nonché violista della Scala. Sono cresciuto in mezzo agli strumenti musicali, gli spartiti, le prove, le tournée, e non potrei vivere senza musica.

D: Perchè hai deciso di sostenere Dylan Magon e partecipare a questo blogtour?
R: Perché se può valere qualcosa il mio parere in questo ambito, Dylan ha le carte in regola per diventare un artista apprezzato, con una sua proposta originale e un suo pubblico di riferimento.

D: Cosa ti piace della canzone o del video di Atomi e Molecole?
R:L'interpretazione vocale del chorus, sulle note più alte, vale il prezzo del singolo. È lì che viene davvero fuori la personalità di un cantante che ha qualcosa da dire.

D: Vuoi dire qualcosa a Dylan e/o ai nostri lettori?
R: A Dylan posso solo dire di tenere duro. È l'epoca dei talent, il peggior periodo storico della musica italiana per un cantautore o per chi non si conforma a un certo sistema musicale. Chi avrà gli attributi per resistere, portando avanti il suo discorso, sarà l'artista del domani. Degli altri non ci ricorderemo.

Grazie mille per aver risposto a tutte le domande, mi ha fatto davvero piacere poter chiacchierare con te.
Regole e Giveaway finale
Dopo tutte queste chiacchiere passiamo al succulento bottino che potrete portarvi a casa partecipando a questo blogtour. Qui sotto vi lascio le pochissime regole da seguire e il form per facilitarvi l'inserimento di tutti i dati, pronti?

OBBLIGATORIO:
  • Acquistare il singolo di Dylan su Amazon o iTunes (costa meno di un cappuccino) inviando la stampa a schermo o la mail con conferma dell'acquisto a dylanmagonblogtour@libero.it.
  • Mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Dylan Magon

Il resto è facoltativo, ma vi permetterà di accumulare più punti! Punti extra verranno assegnati a chi commenterà le varie tappe e chi condividerà l'evento sui propri social. Tutti coloro che diventeranno fan di Dylan su Twitter ed Instagram riceveranno un video ringraziamento personalizzato!

a Rafflecopter giveaway
I premi
1° PREMIO
WEEK-END per due persone presso l'Agriresort LE PORCINE sul lago di Bolsena (http://www.agriresortleporcine.it/) + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



2° PREMIO
Partecipazione al BackStage del prossimo video per due persone + 2 T-Shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



3° PREMIO
Buono Amazon da 25 Euro + T-shirt dell'evento + il nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon.



4° PREMIO
Buono Amazon da 25 Euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata da Dylan Magon.



5° PREMIO
Buono Amazon da 15 Euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e cartolina autografata da Dylan Magon



DAL 6° AL 14° PREMIO
Copie cartacee autografate dagli autori con dedica personalizzata dei romanzi partecipanti al blogtour:
IMPURO di MJ Heron, THERE di Leonardo Patrignani, ALBION di Bianca Marconero, CERCAMI NEL VENTO di Silvia Montemurro, MEET YOU ON THE OTHER SIDE di Anna Giraldo, ANATOMIA DI UN CUORE INNAMORATO di Sara Mengo, BALLANDO COL FUOCO di Edy Tassi, NON CHIAMARMI DI LUNEDI' di Daniela Volontè, IL BACIO DI JUDE di Davide Roma
+ cartolina autografata da Dylan magon e segnalibro dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento



15° PREMIO
IL GRAFFIO DEL VENTO (eBook) di Mayra Scott MJ Heron



16° PREMIO
IL CAMMEO DI OSSIDIANA (eBook) di Virginia de Winter



17° PREMIO
Buono amazon da 10 euro + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da Dylan Magon.



18° E 19° PREMIO PREMIO
la T-Shirt dell'evento + nuovo singolo il giorno dell'uscita + segnalibro dell'evento e card autografata da Dylan Magon.



DAL 20° AL 35° PREMIO
la Tazza dell'evento + cartolina autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento.



DAL 36° AL 40° PREMIO
Il nuovo singolo di Dylan il giorno dell'uscita.



DAL 41° AL 50° PREMIO
Card Autografata da Dylan Magon e segnalibro dell'evento.



Ecco I GADGET realizzati in occasione dell'evento :)

Gadget



Tutta la grafica dell'evento è stata realizzata dallo studio grafico Catnip Design.
SITO WEB | PAGINA FACEBOOK



Spero tanto che la tappa vi sia piaciuta, per me è stato un piacere partecipare come blogger per questa iniziativa e vi ricordo di non perdervi la tappa di domani sul blog di Luigi (Everpop) dove potrete conoscere meglio Steve Lucchi il produttore di Dylan!!!
Ciaooooooooo ^_^

11 commenti

  1. Grazie mille Clary!! :-)
    Di Leonardo Patrignani conoscevo già molte cose riguardo all'ambito musicale che lo riguardano e sono felice che grazie a questa intervista queste notizie raggiungano anche un pubblico che forse,ancora, non le conosceva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato un piacere poter scambiare quattro chiacchiere con lui e scoprire che la musica fa parte integrante della sua vita. Scoprire poi la playlist dedicata al romanzo ha fatto si che la ascoltassi mentre leggevo, perfetto!!!

      Elimina
  2. Ecco io non lo conoscevo quindi leggere questa intervista mi ha portato a conoscere un nuovo artista!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contentissima Rosaria! È sempre bello poter far conoscere un nuovo autore ^____^

      Elimina
  3. Wow, non conoscevo questo autore, e' molto interessante, il suo libro e la sua intervista!!
    *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che ti ispiri come autore. Io mi sono trovata molto bene con le sue letture!!

      Elimina
  4. ah beh, non sapevo che l'autore facesse parte di una band! comunque il romanzo mi ispira molto, e la copertina è enigmatica! invoglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina attira moltissimo in effetti, un'ottima scelta e il romanzo poi fa tutto il resto ^______^

      Elimina
  5. Bellissima tappa, Clary!
    Non conoscevo questo scrittore e il suo romanzo, ma sono rimasta affascinata dalla trama!
    In qualche modo poi mi ha ricordato un po' le atmosfere delle prime stagioni di "Supernatural", anche se forse solo alla lontana. :)

    RispondiElimina
  6. Mi piace lo stile di scrittura di Leonardo ho già letto di lui la saga di Multiversum..anche questo lo comprerò di sicuro..

    RispondiElimina
  7. Bella recensione, Clary, ti ringrazio! Anche io volevo leggere There già da un bel pò ma ancora non ho avuto occasione di farlo! Spero di potermici approcciare al più presto :)

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!