20 marzo 2016

Snooping in library • 27 | 22/03/2016

Buona sera wordsbookiani belli!!!

Oggi sono in super ritardo con le pubblicazioni delle uscite della prossima settimana, ma questa domenica è stata decisamente intesa e non sono proprio riuscita a mettermi al pc per più tempo e non avevo preparato nessun post, che disastro.

Ora riesco a rimediare e inizio subito con le uscite che ci aspettano in libreria il 22 marzo: Resta con me fino all'ultima canzone di Leila Sales, edito dalla De Agostini Young Adult, Il bazar dei brutti sogni di Stephen King, edito dalla Sperling & Kupfer, La confessione di Roman Markin di Anthony Marra, edito da Frassinelli e Meglio soffrire che mettere in un rispostiglio il cuore di Susanna Casciani, edito dalla Mondadori.

Snooping in Library
Rubrica a cadenza settimanale (la domenica), ideata da me, con lo scopo di segnalarvi le anteprime
della case editrici in quella settimana.


Resta con me fino all'ultima canzone
Resta con me fino all'ultima canzone
di Leila Sales

Editore: De Agostini Young Adult
Pagine: 320
Prezzo: 14,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 22 marzo 2016

Trama:
Farsi degli amici non è mai stato facile per Elise. Per tutta la vita è stata ignorata, offesa, ferita, il bersaglio preferito di scherzi di ogni tipo. Dopo aver fallito l'ennesimo tentativo di diventare popolare, Elise è pronta ad arrendersi. È sicura che per lei la musica non cambierà mai. Ma una sera, si imbatte per caso nello Start, un locale underground che suona la musica più bella che Elise abbia mai sentito. E proprio qui, nel posto più stravagante del mondo, in mezzo al più stravagante gruppo di persone che si possa immaginare, finalmente Elise trova quello che ha sempre cercato: la musica giusta, gli amici giusti e forse anche il ragazzo giusto.

Leila Sales
Leila Sales è nata nel 1984 ed è cresciuta a Boston. Si è laureata in psicologia all'università di Chicago. Vive a Brooklyn e lavora nel mondo dell'editoria per bambini.


Il bazar dei brutti sogni
Il bazar dei brutti sogni
di Stephen King

Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 504
Prezzo: 19,90 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 22 marzo 2016
Link d'acquisto: sperling.it

Trama:
Stephen King ci consegna una generosa raccolta di racconti, alcuni dei quali completamente inediti, accompagnati da una serie di commenti autobiografici, ricchi di aneddoti, storie, rivelazioni sulle circostanze che lo hanno portato a scriverli. King svela al lettore le strade segrete della sua scrittura, i misteriosi legami tra le storie, i temi che lo ossessionano da sempre e che riscrive in modo differente, come la morte e l’aldilà, o le nuove domande che hanno probabilmente attraversato le sue notti, proprio come brutti sogni: per esempio, che cosa faremmo se potessimo vedere il futuro o correggere gli errori del passato? In Afterlife, la risposta più “umana” (o malefica, se è vero che perseverare è diabolico): il protagonista continua a rivivere la stessa vita, ripetendo ogni volta gli stessi errori. Una volta arrivati alla fine, dovremo fare i conti con il male che abbiamo provocato? A quale prezzo? E se scoprissimo di avere poteri soprannaturali, come li useremmo? Come il giornalista che uccide le persone scrivendo e pubblicando il loro necrologio? O come il vecchio giudice di The Dune che, da ragazzo, aveva letto, sulla sabbia di un’isola deserta, i nomi delle persone che sarebbero poi morte in bizzarri incidenti?

Stephen King
Stephen King vive e lavora nel Maine con la moglie Tabitha e la figlia Naomi. Da più di quarant’anni le sue storie sono bestseller che hanno venduto 500 milioni di copie in tutto il mondo e hanno ispirato registi famosi come Stanley Kubrick, Brian De Palma, Rob Reiner, Frank Darabont. Oltre ai film tratti dai suoi romanzi, vere pietre miliari come Shining, Stand by me, Le ali della libertà, Il miglio verde – per citarne solo alcuni – sono seguitissime anche le sue serie TV. Ultima in ordine di apparizione quella tratta da The Dome, trasmessa da RAI2. Per i suoi meriti artistici, il presidente Barack Obama gli ha conferito la National Medal of Arts.


La confessione di Roman Markin
La confessione di Roman Markin
di Anthony Marra

Editore: Frassinelli
Pagine: 336
Prezzo: 19,50 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 22 marzo 2016
Link d'acquisto: sperling.it

Trama:
Roman Markin amava l'arte, l'aveva studiata, sognava di diventare un pittore. Ma nella Russia staliniana, più che artisti, servivano «censori di immagini», deputati a modificare dipinti e fotografie per cancellare personaggi caduti in disgrazia e considerati traditori dal regime. Ma Roman non resiste alla tentazione di salvare o di aggiungere volti e particolari perché restino tracce, anche se quasi invisibili, di chi ha amato, di chi è stato, e di quello che è stato. Così, da un lato rifiuta − anche se nemmeno lui sa bene perché, forse solo per amore della bellezza − di cancellare del tutto la figura aggraziata di una ballerina invisa al regime, dall'altro inserisce il volto del perduto fratello Vas'ka ovunque, nelle fotografie ufficiali, nei quadri del realismo socialista, persino su un paesaggio bucolico ceceno dipinto nel XIX secolo dal pittore Zacharov. Ed è seguendo negli anni il destino di quel quadro, e del paesaggio che rappresenta, che si snoda questa storia fatta di tante storie e di tanti destini, intrecciati tra loro, al di là del tempo e dello spazio. Dal quadro spariranno delle figure, e altre ne appariranno, come se il dipinto volesse in qualche modo seguire le vicende tragiche del luogo che rappresenta. Il risultato è un libro per certi aspetti indescrivibile, tecnicamente perfetto ma nello stesso tempo arioso e struggente, profondo e luminoso, pieno di umanità e di vita.

Anthony Marra
È diventato praticamente impossibile ricostruire il numero di riconoscimenti ottenuti prima in USA e poi in tutto il mondo dal giovanissimo Anthony Marra con il suo primo romanzo, La fragile costellazione della vita (USA 2013, Italia 2014). Nato a Washington D.C., abita a Oakland, in California. Dopo un periodo di studi nell’Europa dell’Est, ha frequentato un Master in scrittura creativa alla Iowa University e insegna attualmente alla Stanford. Tra i suoi lettori, c’è Barack Obama.


Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore
Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore
di Susanna Casciani

Editore: Mondadori
Pagine: 180
Prezzo: 15,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 22 marzo 2016
Link d'acquisto: librimondadori.it

Trama:
"C'erano una volta un ragazzo e una ragazza. C'erano una volta perché adesso non ci sono più. Un sabato mattina di fine aprile lui si sorprese a piangere davanti a lei. Non riusciva a parlare. Avrebbe voluto confessarle che era finita, ma sapeva che poi lei avrebbe iniziato a singhiozzare, e non ne sopportava nemmeno l'idea. Lei alzò lo sguardo dal suo libro come se avesse avvertito una forza nuova in casa, incontenibile, che l'avrebbe schiacciata contro il muro se non si fosse aggrappata a qualcosa, così si aggrappò al suo orgoglio, o a quello che ne rimaneva. Chiuse il libro, si alzò dal divano e si diresse verso di lui, si mise sulle punte e gli accarezzò la testa. Gli disse di stare tranquillo. Lui le faceva del male e lei lo consolava. Gli diede un bacio sulla guancia e uscì di casa senza voltarsi, per non essere costretta a dirgli addio. Quando, quasi tre ore dopo, tornò a casa, lui non c'era più. Sfinita, si addormentò su quello che era stato il loro letto. Più tardi, si svegliò di soprassalto e mise a fuoco nel buio quella parte di letto, così vuota, e avvertì un macigno sul petto che non la faceva respirare. Si rese conto di non essere pronta a lasciarlo andare. Si alzò per cercare un quaderno, come se improvvisamente fosse una questione di vita o di morte. Ne trovò uno. Conosceva le regole: non chiamarlo, non cercarlo, non seguirlo (!!!), non inviargli messaggi, bloccarlo su ogni social network, non giocarsi la dignità. Conosceva le regole, ma le stavano strette, perché stavolta, in quella storia, ci aveva creduto talmente tanto da sentirsi quasi adatta a un futuro felice. Per questo, per la prima volta in ventisette anni, decise di iniziare a tenere un diario segreto, che poi, a voler essere davvero sinceri, altro non era che un modo per continuare a parlare con lui." Nel raccontarci la storia d'amore di Anna e Tommaso, Susanna Casciani racconta la storia di ognuno di noi. Di chiunque abbia mai vissuto (e perso) un grande amore. E lo fa con la grazia e la profondità di parole che abbiamo imparato ad amare sulla sua pagina Facebook, capaci di farci sentire, sentire tutto, anche il male. E di farci tornare a sorridere sempre.

Susanna Casciani
Susanna Casciani è nata a Firenze nel 1985. Vive a Pistoia ed è un'insegnante di scuola primaria. Scrive su internet da quando internet esiste utilizzando una serie infinita di pseudonimi. Nel 2010 ha aperto la pagina Facebook Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore, oggi seguita da quasi 200.000 persone.


Che dire, anche questa settimana il mio portafogli corre a nascondersi per paura di rimanere di nuovo vuoto! Andando a ritroso il romanzo della Casciani, Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore, mi ispira davvero tantissimo, sono giorni che seguo la pagina facebook dedicata al romanzo e gli estratti che ci vengono mostrati mi hanno convito che devo assolutamente leggerlo. 
La confessione di Roman Markin non rientra proprio nel mio genere ma quella copertina mi ha davvero colpito e spinto a scoprire di più sul romanzo, non so se entrerà in wishlist ma di sicuro si merita un'occhiata in più.
Il nuovo romanzo di Stephen King mi terrorizza solo dal titolo, non mi sento proprio coraggiosa da leggerlo senza farmi spaventare! Ma come ogni cosa che mi spavanta un pochino mi attira anche, chissà che sia la volta buona che leggo un romanzo di King!
Infine, Resta fine all'ultima canzone mi incuriosisce e sicuramente lo inserirò in wishlist nella speranza che mi regali una storia diversa dal solito.

E voi, cosa ne pensate di questi titoli?
Ciaoooooo ^_^

6 commenti

  1. "Resta con me fino all'ultima canzone" di Leila Sales l'ho letto l'anno scorso in lingua originale e l'ho adorato, lo consiglio davvero.
    Quello della Casciani ispira anche a me, solo a leggere la trama mi si è stretto lo stomaco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bene, sono contenta che Resta con me fino all'ultima canzone ti sia piaciuto, ha sicuramente dei punti in più nella mia wishlist ^______^

      Elimina
  2. Questo libro di Susanna Casciani effettivamente ammalia parecchio.
    Ma da anni sono lettrice prudente in modo assurdo e un po', lo confesso, temo che non sia esattamente all'altezza di quanto la trama, pure accattivante, promette.
    Se lo leggerai, non mancherò di venire a sbirciare la tua recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco benissimo, anche io ho sempre un po' paura di rimanere delusa ma in questo caso mi sento fiduciosa. Ti farò sapere ^_____^

      Elimina
  3. "Resta con me fino all'ultima canzone" l'avevo in WL già da tempo, sono contenta di averlo fatto e non vedo l'ora di leggerlo. La cover originale era bellissima... questa un po' meno, ma non si può aver tutto dalla vita! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no, peccato perché ultimamente in fatto di cover eravamo migliorati molto!!

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!