25 marzo 2016

8ª Tappa Blogtour "Quelle belle ragazze" di Karin Slaughter | Recensione

Buongiorno wordsbookiani!!

Oggi sono qui per lasciarvi la mia recensione in anteprima sul romanzo Quelle belle ragazze di Karin Slaughter che sarà edito dalla Harper Collins Italia. Sono molto contenta di partecipare a questo blogtour interamente dedicato al pensiero di noi lettori sul romanzo e ringrazio la Harper Collins Italia per avermi coinvolta nell'iniziativa e avermi ospitato in sede per la presentazione del romanzo.
Il blogtour si svolgerà su tredici blog e qui sotto potete trovarli tutti elencati con già i primi pareri pubblicati!

18.03 – Mangiapagine
19.03 – Wonderful Monster
20.03 – La fenice book
21.03 – Devilishly Stylish
22.03 – Libri che porto con me
23.03 – Anni di nuvole
24.03 – Il bianco e il nero emozioni di una Musa
25.03 – Words of books
26.03 – Il colore dei libri
27.03 – Il momento di scrivere
28.03 – Le recensioni della libraia
29.03 – Lucrezia Scali
30.03 – Regin la radiosa
Blogtour Quelle belle ragazze

IL ROMANZO:
Quelle belle ragazze
Quelle belle ragazze
di Karin Slaughter

Editore: Harper Collins Italia
Pagine: 493
Prezzo: 18,00 €
Formato: Cartaceo
Data d'uscita: 31 marzo 2016
Link d'acquisto: harpercollins.it

Trama:
Claire e Lydia sono sorelle che non si parlano da più di vent'anni. I loro rapporti si sono interrotti quando Claire ha deciso di sposare Paul, affermato architetto, e di diventare la sua sofisticata moglie trofeo. Lydia, invece, è una madre single, ha una storia con un ex detenuto, e fatica ad arrivare alla fine del mese. Nessuna delle due è riuscita a superare la tragedia che ha colpito la loro famiglia quando Julia, la sorella maggiore, è scomparsa senza lasciare tracce, e la notizia che un'altra ragazza, anche lei giovane e bellissima, è sparita nel nulla in circostanze molto simili, di colpo riporta nelle loro vite tutto l'orrore e lo strazio del passato. Come se non bastasse, pochi giorni dopo Paul viene ucciso. Che legame c'è tra la scomparsa di un'adolescente e l'omicidio di un uomo di mezza età a quasi venticinque anni di distanza? Accantonata la reciproca diffidenza, le due sorelle si alleano per dissotterrare i segreti che hanno distrutto le loro vite, finendo per scoprire una scioccante verità dove meno se l'aspettano.

• RECENSIONE •

Qualche tempo fa ho avuto il piacere di essere presente alla presentazione di questo romanzo e per prepararmi al meglio mi ero letta il prequel Capelli biondi, occhi azzurri (lo potete trovare in formato eBook su harpercollins.it).
In questo primo romanzo, ho avuto modo di conoscere la storia di Julia Carrol e di iniziare a prendere conoscenza dello stile della Slaughter. Nella poche pagine che compongono il prequel mi ero già convinta che dovevo assolutamente conoscere di più della storia.

Capelli biondi occhi azzurri. Foto
Leggendolo, infatti, ho appreso le circostanze della scomparsa di Julia e conosciuto attraverso i suoi occhi le sue due sorelline, Sweetpea e Pepper, i suoi genitori e l'ambientazione di questa storia.

Non appena ho avuto modo di mettere le mani su Quelle belle ragazze ero prontissima a ricominciare a leggere di questi personaggi. Inizialmente ho fatto un po' fatica con i nomi delle due protagoniste, siamo passate dai soprannomi ai nomi reali Claire e Lydia e dovevo abituarmi e comprendere a chi corrispondeva cosa. Superato questo mio piccolo dilemma la storia è scorsa facilmente.

Sono passati più di vent'anni dalla scomparsa di Julia e noi ci ritroviamo a scoprire cosa è successo al resto della famiglia. I genitori non sono riusciti a restare insieme e qualche anno dopo la separazione Sam (il padre) si è tolto la vita. Avremo modo di scoprire, attraverso dei racconti con voce narrante del padre i motivi che lo hanno portato a compiere questo gesto.
Lydia dopo un passato burrascoso nel mondo della droga è riuscita tirarsene fuori con l'arrivo di una figlia Dee e, ora, conduce una vita relativamente tranquilla con il compagno Rick.
Claire, invece, la conosciamo in un momento bruttissimo. Nelle prime pagine il marito viene assassinato davanti ai suoi occhi e da questa vicenda si aprirà il resto della storia.

Quelle belle ragazze. Foto
Grazie all'alternarsi della voce narrante abbiamo modo di conoscere a 360° la due sorelle. Due personaggi davvero complessi, pieni di dubbi, incertezze che aumentano subito dopo le scoperte sul defunto marito di Claire, Paul.
Paul è sicuramente un personaggio spaventoso, quello che viene a galla dopo la sua morte è davvero rivoltante e terrificante e pone il lettore davanti alla domanda: conosciamo davvero bene chi ci sta vicino?

Una volta iniziato questo romanzo entri in un spirale dalla quale non riesci a staccarti. Per quanto sia inquietante e duro non riesci a non voltare una pagina dopo l'altre. La Slaughter riesci a trascinarti dentro la storia, toccando temi reali e forti: abusi, violenze, rapimenti; non puoi certo rimanere impassibile una volta che ti sei avventurato tra queste pagine.

La lettura mi ha sconvolta, ho fatto fatica a leggere alcune parti perché mi lascio impressionare facilmente e ammetto di non essere mai riuscita a leggerlo prima di andare a letto. Ma lo stile di Karin Slaughter non accetta pause, ti inghiotte e ti trascina nella storia, la verità viene portata alla luce senza girarci troppo intorno, diretta e dura come deve essere.
È impossibile smettere di leggerlo nonostante i brividi!

Se amate i thriller, questo thriller psicologico fa davvero al caso vostro. Vi coinvolgerà e vorrete arrivare subito alla fine per scoprire cosa succede. Se non conoscete la Slaughter è davvero il caso di cominciare, vi stregherà.

Il mio giudizio: 5/5

★ ★ ★ ★ ★

Secondo Carl Gustav Jung, "Una donna particolarmente bella è una fonte di terrore", e secondo voi?
Se vi ho incuriosito almeno un po' e volete scoprirne di più leggete il prologo del romanzo cliccando QUI.
Ciaooooooo

3 commenti

  1. Che bella recensione! Non vedo l'ora di tuffarmi in questo trascinante thriller :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, è davvero intenso ma vale la pena leggerlo!!!

      Elimina
  2. sin dalla prima volta che ho sentito parlare di questo romanzo, mi ha affascinato! spero di leggerlo presto!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!