8 gennaio 2016

"Let it snow" di John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle

Buongiorno wordsbookiani!!

Ben ritrovati in questo nuovo anno! Sono finalmente tornata operativa al 100% e ora per un bel po' non ci lasceremo di nuovo. Il 2015 è stato un anno davvero bello per il blog e per tutto quello che mi hanno portato i libri: amicizie, bellissime letture e collaborazioni uniche. Spero che il 2016 si riveli altrettanto bello e ricco anche se prevedo che sarà un anno un po' faticoso!

Per riprendere la nostra amata routine, oggi vi lascio il mio pensiero su una delle ultime letture dell'anno scorso che ho letto per il GDL organizzato da The bookshelf e Walks with Giò, si tratta del romanzo edito da Rizzoli, Let it snow di John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle che raccoglie tre storie “natalizie” ma vediamo un po' come è andata questa lettura!
Let it snow
di John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle

Editore: Rizzoli
Pagine: 378
Prezzo: 16,90 €
Formato: Cartaceo
Link d'acquisto: rizzoli.eu

Trama:
È la Vigilia di Natale a Gracetown. Scende la neve, i regali sono già sotto l’albero e le luci brillano per le strade. Sembra tutto pronto per la festa, ma una tormenta arriva a sparigliare le carte. Così si può rimanere bloccati su un treno in mezzo al nulla e vagare per la città fino a incontrare un intrigante sconosciuto. Oppure prendere la macchina per raggiungere una festa che promette di essere memorabile, per scoprire che l’amore è più vicino di quanto pensassimo. O ancora ritrovare qualcuno che si credeva perduto, ma solo dopo una giornata piena di imprevisti e di… maiali. Grazie a John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle, affermati autori Young Adult, la magia delle vacanze splende su questi tre racconti d’amore, che s’intrecciano tra loro mettendo in scena baci appassionati e avventure esilaranti.

• RECENSIONE •

Ammetto subito che quest'anno il Natale l'ho sentito più che gli altri anni, non sono bene il motivo ma vedevo tutto con occhi natalizi e avvolto da stelline colorate. Nonostante il clima non abbia creato l'atmosfera adatta sono davvero contenta di essere entrata nello spirito giusto fin da subito. Ad aiutarmi c'è stata la mia prima lettura a tema!
Avevo già adocchiato il romanzo in lingua originale e avendo apprezzato molto i libri di Green non potevo resistere a questa occasione...

Il romanzo si suddivide in tre storie, ognuna scritta dal pugno di un autore differente, ma in qualche modo tutte legate tra loro.
Cominciamo però dall'inizio, il primo racconto, Jubilee express vede come protagonista una ragazza sedicenne non molto fortunata, perché per cominciare si chiama proprio Jubilee e per seconda cosa i suoi genitori si fanno arrestare proprio il giorno della Vigilia di Natale, costringendola ad abbandonare tutti i programmi fatti con il fidanzato e mettersi su un treno diretta a casa dei nonni.
Come potrete immaginare succederà qualche imprevisto e la nostra Jubilee avrà modo di cambiare idea sul Natale e molte altre cose.
Questo primo racconto non mi è dispiaciuto più di tanto ma comunque non mi ha fatto sentire tantissimo lo spirito natalizio e sopratutto mi ha fatto pensare che sono davvero troppo grande per questo genere di racconti. Mi aspettavo qualcosina di più e sopratutto mi aspettavo una protagonista un po' più matura. L'ho letto davvero in un attimo ma gli mancava qualcosa.

Sono così passata al racconto numero due, Un cheertastico miracolo di Natale. Qui ci troviamo con un trio di amici (Tobin, il Duca e JP) che con l'auto dei genitori di Tobin si dirigono alla Waffle House per partecipare al miracolo di Natale che è accaduto lì: un gruppo di Cheerleader (che erano sul treno di Jubilee) sono bloccate, a causa della tormenta, proprio alla Waffle House.
Essendo il racconto scritto da Green ero molto curiosa e sopratutto molto entusiasta di leggerlo. Peccato davvero che anche in questo caso non sia andata proprio benissimo. Come per il primo la storia l'ho letta in un attimo ma la storia per il momento è la meno azzeccata delle due, non mi ha coinvolta più di tanto. I personaggi sono stati simpaticissimi e il loro carattere in poche pagine mi era subito chiaro ma ahimé nonostante l'idea di un'avventura natalizia nella tormenta mi attirasse molto alla fine non si è sviluppata nel migliore dei modi. In conclusione la storia è stata carina ma avrei voluto decisamente di più.

Infine, ormai senza più altissime aspettative mi sono buttata sull'ultimo racconto: Il santo patrono dei maiali. Dal titolo non ero poi così attirata ma ormai mancava solo lui e speravo che la lettura migliorasse e che lo spirito natalizio si facesse sentire davvero. In questo racconto siamo alle prese con Addie che è, a sua volta, alle prese con i sentimenti post-rottura con Jeb (il  ragazzo che era sul treno con Jubilee e le Cheerleader) e con la presa di coscienza sul suo carattere.
Uff, purtroppo anche in questo caso non è andata benissimo. È stato un bel racconto ma poco incentrato sul Natale che doveva, secondo me, essere al primo posto per ognuno di questi racconti. Addie è stata una protagonista davvero difficile e Jeb che poteva avere una bella storia da raccontare è stato lasciato in disparte.

Tra i tre racconti letti vi sembrerà strano ma il primo è quello che alla fine mi è piaciuto di più. Nell'insieme non è stata per niente una brutta lettura, leggera e semplice peccato davvero per le mie aspettative, erano forse un po' troppo alte e non mi hanno fatto apprezzare a pieno le storie.

Il mio giudizio: 2.5/5

★ ★ ½ ☆ ☆

Qualcuno di voi lo ha letto? Sono molto curiosa di scoprire cosa ne pensate!
A presto
Ciaoooooo ^____^

2 commenti

  1. Ciao Clary! :3 Visto che sono mancata per un pò, volevo farti anche se in ritardo gli auguri di buon Natale e di un sereno anno nuovo! :*
    Mi dispiace che Let it snow ti abbia delusa :( Pensa che l'avevo preso in biblioteca prima delle vacanze di Natale, per leggermelo proprio come lettura a tema, ma non mi sono più sentivo in vena e l'ho abbandonato dopo neanche una pagina >-<" Forse lo riprenderò più in là...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa!!!! Buon anno anche a te ^______^
      Eheheh anche io ero contentissima per la lettura a tema ma proprio non è andata per il meglio, peccato perché aveva un gran potenziale!

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!