29 ottobre 2015

"Tre minuti di me" di Antonella Senese

Buon pomeriggio wordsbookiani!!

Il lavoro in questi giorni mi ha fagocitato viva e non sono riuscita a pubblicare granché, prometto che questo fine settimana (se riesco) cerco di organizzarmi un pochino meglio con i post, lo scorso a causa del BookCity è completamente volato senza che me ne accorgessi.

Oggi finalmente sono riuscita a ritagliarmi un po' di tempo e ho deciso di lasciarvi il mio parere sul romanzo di Antonella Senese, Tre minuti di me primo capitolo dell'omonima serie edita dalla Libro Aperto International Publishing.

Tre minuti di me
di Antonella Senese

Editore: Libro Aperto International Publishing
Pagine: 196
Prezzo: 15,00 €
Formato: Cartaceo
Link acquisto: amazon.it

Trama:
"Tre minuti per farlo innamorare di me. Tre minuti sono bastati a me per amarlo." Amie è una pianista dotata di un incredibile talento con un futuro roseo davanti a sé, ma quando una terribile tragedia colpisce la sua famiglia, smette di suonare, di cantare e di interagire con il mondo esterno. Adam è un musicista con un'anima graffiata, che vive giorno per giorno, portandosi dietro un peso che non gli permette di abbandonare le cattive abitudini e lasciarsi andare alla vita. Due destini che s'incrociano, due anime che si cercano, si reclamano e s'incastrano alla perfezione, che vivono di musica e si nutrono di essa. Due vite così diverse, ma accomunate dallo stesso dolore e dalla stessa passione. Perché in tre minuti tutto può cambiare, in tre minuti si può anche imparare ad amare. Tre minuti, il tempo di una canzone.


• RECENSIONE •

Ho iniziato questo romanzo convinta che mi sarebbe piaciuto. È una serie chiacchierata nella blogosfera, dai pareri contrastanti, ma avevo avuto modo di leggere Le parole che restano sempre di Antonella e sapevo che il suo modo di scrivere già mi piaceva. Dopo aver potuto chiacchierare con lei riguardo il primo romanzo e curiosa di come avesse affrontato questo genere completamente differente.

Le mie aspettative non sono state deluse per niente, il romanzo mi ha coinvolta, mi ha fatto voltare le pagine molto in fretta per capire cosa stava succedendo e quello che mi aspettava alla fine di questo volume. Ammetto che era un periodo in cui leggere mi stava un po' stretto. Sono super indaffarata con il lavoro e la vita da pendolare vi assicuro che è davvero stressante, ma quando ho iniziato Tre minuti di me, il blocco è sparito da solo.

Come molti romanzi che adoro, abbiamo anche qui il doppio punto di vista, e non posso che essere d'accordo con questa scelta. Apprezzo poter conoscere al meglio tutti i personaggi della storia e poter "vedere" con i loro occhi mi aiuta tantissimo a immedesimarmi ancora di più. Questa è una storia d'amore davvero struggente, toccante dove le emozioni sono in contrasto tra loro ma allo stesso tempo si incastrano perfettamente l'una con l'altra.

Abbiamo due personaggi (Amie e Adam) che affrontano entrambi una perdita. Ognuno a loro modo e ognuno con i suoi tempi, ma tutti e due hanno un'ancora: la musica. La musica li aiuta ad esprimersi, a lasciar trasparire le loro emozioni e, nonostante, io non ascolti moltissima musica ammetto che le volte che lo faccio mi sento sollevata, tranquilla e le cose spesso sembrano aggiustarsi.
Il modo in cui le canzoni sono parte integrante del romanzo e della storia stessa mi ha colpito positivamente. Non vi dico la mia faccia quando ho capito la scelta del titolo, ero tutta tipo ah! oh! ma che bello!

Come sempre ho apprezzato l'introspezione dei personaggi. Inizialmente Adam mi sembrava il solito ragazzo cattivo che trova nella nuova ragazza la redenzione. Ma, invece, mi sono dovuta ricredere. Ha un bel caratterino su questo non ci sono dubbi però, al contrario, ho visto in lui qualcosa di differente. La voglia di riscattarsi, di essere migliore per se stesso e la forza di superare la perdita che ha subito, lo ha fatto salire nella graduatoria.
Amie invece, è l'opposto. Anche lei ha subito una perdita di recente ma al contrario di Adam si è fossilizzata in quella situazione e non sembra trovare le forze per risalire. È fragile, assente,  e la musica che è sempre stata parte di lei sembra non riuscire ad aiutarla.

L'incontro tra i due è qualcosa che segna una svolta per entrambi. In pochi minuti, il tempo di una canzone, tutto cambia e la storia ti scivola tra la mani, la vivi...

“E poi apro gli occhi e lui è lì, in piedi, in mezzo alla folla.
Ed io vedo solo lui.
Canto solo per lui.
Vivo solo per lui.
Tre minuti per farlo innamorare di me.
Tre minuti sono bastati a me per amarlo.”

Ammetto che il finale mi ha un po' scioccata, ma so che c'è già il seguito quindi sono prontissima per scoprire cosa succederà nei prossimi volumi tra Adam e Amie!


Il mio giudizio: 4/5

★ ★ ★ ★ ☆


Cosa ne dite? Pensate di leggerlo?
Fatemi sapere come sempre il vostro parere ^__^
Ciaoooooooo

4 commenti

  1. Sembra carino! :)
    Okay che si tratta di un romanzo rosa, e a me non piacciono i romanzi rosa, però da come ne parli sembra qualcosa da leggere quindi proverò. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono contenta di averti fornito un parere che possa aiutarti. Il romanzo mi è piaciuto molto ed è diverso dal solito ^___^

      Elimina
  2. Devo dire che ne ho sentito parlare piuttosto bene e la tua è solo l'ennesima recensione positiva, eppure non è tanto il mio genere quindi non sono troppo convinta, ci farò un pensierino :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È diverso dai solito, almeno questo primo volume, è un po' più soft ed è anche per questo che mi è piaciuto, facci un pensierino davvero!!

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!