3 luglio 2015

"Maze runner. Il labirinto" di James Dashner

• • •

Buongiorno readers!!!

Siamo in dirittura di arrivo di un'altra faticosissima settimana! Sono un po' stufa di desiderare così tanto che arrivi il fine settimana perché sommersa dal lavoro e necessito di una pausa, vorrei delle tempistiche un po' più soft! Organizzazione, organizzazione è tutto quello che mi serve per sopravvivere!

Ma basta lamentarsi che, giustamente, non devo sfogarmi su di voi e passiamo a cosa un po' più felici come una nuovissima recensione! Come vi dicevo sono un po' indietro con le recensioni. L'ultimo libro che ho letto però è Il labirinto di James Dashner edito da Fanucci Editore, quindi eccovi qui il mio pensiero...

Maze runner. Il labirinto
Maze runner. Il labirinto
di James Dashner

Editore: Fanucci Editore
Pagine: 432
Prezzo: 14,90 €
Formato: Cartaceo
Link acquisto: fanucci.it

Trama:
Quando Thomas si sveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore.
Il mistero si infittisce un giorno, quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo... o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.

• RECENSIONE •

Dopo averne sentito parlare benissimo per moltissimo tempo, mi ero convinta di riuscire a leggerlo prima di cadere nella tentazione di vedere il film, uscito da poco nelle sale cinematografiche. Ormai è passato quasi un anno e non sono riuscita nella mia missione, ho visto il film all'inizio di quest'anno, perché non ce la facevo più a resistere, e ho deciso di leggere il libro solo qualche tempo fa.

Dopo una battuta d'arresto iniziale, dove ho faticato un po' ad entrare in sintonia con le politiche e i modi di dire della Radura, la storia ha iniziato a coinvolgermi molto di più.
Sì, è vero che avevo già visto il film ma come sempre le cose non sono propriamente uguali e pur sapendo cosa sarebbe successo dopo ero comunque spinta da una fortissima curiosità. Cosa succederà ai personaggi? In che modo mi immaginerò la scena? Questo era quello che mi vorticava nella testa mentre leggevo determinati passaggi.

La storia è davvero originale e complessa. I personaggi, nonostante non abbiamo memoria del loro passato, sono ben caratterizzati, sono personaggi forti, indipendenti che hanno fatto delle loro capacità le basi della "legge" della Radura. Ognuno svolge un ruolo ben definito e tutto funziona all'interno della Radura. Nessuno mette piede all'esterno per addentrarsi nel Labirinto, nessuno tranne i Velocisti che occupano un ruolo, secondo me, fondamentale.
Ho apprezzato moltissimo il personaggio di Thomas, il nostro protagonista. Un ragazzo molto intelligente, gentile ma duro, curioso e determinato. Un mix perfetto per svolgere il suo ruolo nella storia.

Grazio allo stile di Dashner, deciso e incalzante, le pagine si girano da sole. L'unico difetto, se così lo si può chiamare, di questo romanzo è la mancanza di spiegazioni iniziali che ti permettono di entrare nell'ottica dei Radurai. Il loro linguaggio è abbastanza strampalato e non viene mai spiegato il significato di molte parole. Ok che dopo un po' di alcune si comprende, ma altre rimangono nell'ignoto e penso che ognuno gli dia l'interpretazione che pensa sia corretta.
Detto questo il libro mi è piaciuto moltissimo, molto più del film (come immaginavo) il finale mi ha lasciato a bocca aperta e adesso devo assolutamente recuperare il secondo volume.

Basta che mi segui e corri come se la tua vita dipendesse da questo. Perché è così.

E con questo vi lascio e rimugino un po' su questa lettura prima di passare al prossimo volume ^_^

Il mio giudizio: 4/5

★ ★ ★ ★ ☆

Cosa mi dite, lo leggerete? Lo avete già letto?
Ciaoooooo!!


5 commenti

  1. Io l'ho letto quasi due anni fa, ben prima che uscisse il film. Anzi, ho letto tutta la trilogia prima del film XD
    L'ho apprezzata moltissimo. Una delle poche trilogia distopiche che mi ha convinto dall'inizio alla fine. Lo stile di Dashner è fantastico e l'azione è continua. Ho amato i personaggi... tranne Theresa, lei non è mai riuscita a convincermi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso mi devo portare avanti e leggere anche gli altri!!!
      I personaggi sono fantastici, Theresa non l'ho ancora inquadrata bene, devo dire che in questo primo romanzo non è che faccia gran che!

      Elimina
  2. E' nella libreria di mia sorella da un po' di tempo! Appena torno a casa per le vacanze dovrò leggerlo! :)

    RispondiElimina
  3. Libro stupendo, felice che ti sia piaciuto!Io l'ho letto l'anno scorso e l'ho adorato, non vedo l'ora di leggere i seguiti *__*

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!