23 maggio 2015

Dunwich Edizioni • 1

Buongiorno cari lettori!!!

Com'è inizio questo fine settimana? Per me c'è stata la sveglia presto perché come tutti i sabati, il weekend è l'unico momento in cui riesco a fare le mille cose che avevo in programma e che durante la settimana è un po' un'impresa gestire.
Oggi dovrei andare all'Ikea, è diventato quasi necessario farci una capatina e poi una volta lì come resisterò all'acquisto di qualcosa di assolutamente inutile ma bellissimo?

Per non lasciarvi soli soletti anche questo fine settimana mi sono organizzata per presentarvi alcune anteprime. Questa mattina vi propongo tre titoli della casa editrice Dunwich.
Eccoli qui, buona lettura... 

Ben & Howard (Cthulhu Apocalypse #3)
di Pietro Gandolfi

Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 98
Prezzo: 0,99 €
Link acquisto: amazon.it

Trama:
Quella di Benjamin Falkner è una bella vita. Abita con la sua famiglia in una splendida casa nei boschi di Little Wood e per lui tutto è ancora magico. Possiede una grande passione per la lettura e la gioia tipica di un’età spensierata. E poi può contare su un compagno di giochi come Howard. A legarli c’è un’amicizia grande e sincera, più forte di tutto il resto, ma conterà ancora qualcosa quando l’esistenza del piccolo Ben vedrà incombere una temibile minaccia esterna? Cosa potrà contro un terrore tanto profondo da scon-volgere lui e la sua famiglia?

DUE PAROLE SULL'AUTORE

Pietro Gandolfi si alimenta di orrori, poi li digerisce fino a espellerli ricoperti da una patina di puro disagio. C’è chi conti¬nua a paragonare il suo lavoro a quello di Stephen King, anche se lui è ancora dell’idea di ispirarsi più a Clive Barker e Ri¬chard Laymon. In fondo non gli importa, almeno fino a quando non verrà paragonato a Federico Moccia.
Ha pubblicato tre libri, l’antologia personale Dead of Night e i romanzi La ragazza di Greenville e William Killed the Radio Star; suoi racconti compaiono in Il paese dell’oscurità, Urban Italian Legend, Poker d’orrore, Un assaggio di Dunwich e Splatter.
Ha debuttato da poco con il suo primo fumetto, The Noise, per le matite di Nicola Genzianella (Dampyr).
Per lui l’orrore non ha frontiere, è sufficiente che si dimostri abbastanza viscerale e diretto da tenere alto l’interesse del suo pubblico. Senza filtri, senza censure. Perché l’orrore è tutto attorno a noi, basta avere il coraggio di non voltare la testa dall’altra parte.

–––––––– • ––––––––

Dalla Terra alla Luna... e Zombie
di Jules Verne – Luigi Bonaro

Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 193
Prezzo: 9,90 €
Link acquisto: amazon.it

Trama:
I Lunari vogliono prendere possesso della Terra per sfruttarne le risorse. Grazie a un cannone, fanno partire un raggio dalla Luna che trasforma gli uomini in zombie. I soci del Gun Club, associazione americana di artiglieri con sede a Baltimora, annunciano di aver inventato un cannone – la Columbiad – capace di sparare un proiettile in grado di raggiungere la Luna e distruggere quello dei Seleniti. Mentre i più illustri scienziati discutono la questione, da tutto il mondo piovono sottoscrizioni per finanziare l’impresa. Michel Ardan, un avventuriero francese, si propone di entrare nel proiettile, offrendosi di diventare così il primo astronauta della storia ma, mentre si preparano al lancio, il contagio dei morti viventi continua a espandersi a macchia d’olio, arrivando vicino al luogo in cui la Columbiad sta per celebrare la sua straordinaria impresa.

DUE PAROLE SULL'AUTORE

Luigi Bonaro è nato a Copparo (FE), laurea in scienze demo-etno-antropologiche, è specializzato in antropologia religiosa, presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma. Racconti, libri e altri suoi articoli sono comparsi su varie antologie, riviste e siti remoti del Cyberspazio. Nel direttivo di Nero Press, cura la collana Classici della casa editrice, dal 2011 ha condotto rubriche di critica letteraria, collabora inoltre con varie asso¬ciazioni culturali. Infaticabile scribacchino e prosivendolo della short story, scrive sci-fi, horror, noir. Vive a est di Roma.

–––––––– • ––––––––

Streghe della Luna (Moon Witch – Episodio III)
di Maria Benedetta Errigo

Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 85
Prezzo: 0,99 €
Link acquisto: amazon.it

Trama:
Lara Mariani è una ragazza che ha perso di recente la madre e cerca di essere il collante del resto della famiglia. Non si tratta però di una famiglia qualunque: gli uomini dei Mariani fanno parte dell’Inquisizione, potente cerchia legata alla Chiesa che da secoli cerca le discendenti della Moon Witch, una congrega sterminata a Salem. Le anime delle streghe, contenute in oggetti, sono trasmigrate da un corpo all’altro nella cerchia delle loro discendenti, fino ad arrivare alla prescelta per far rivivere la Moon Witch. Ed è proprio in questo momento che la vita di Lara subisce un cambiamento, quando tocca una spilla della sua mamma e lo spirito di Sara entra in lei. Inizia così il difficile percorso di Lara, combattuta tra il suo essere strega e allo stesso tempo figlia di un membro dell’Inquisizione, che tutto sta facendo pur di non far risorgere la coven. Con l’aiuto del fratello e del loro amico Gianluca, anche lui affiliato all’Inquisizione, Lara dovrà prendere la decisione più importante della sua vita, fino ad arrivare al drammatico scontro finale che coinvolgerà lei e i suoi affetti più cari.

DUE PAROLE SULL'AUTRICE

Laureata in Scienze delle Comunicazioni Internazionali, svolge la sua attività di giornalista a Roma, dove vive.
Si occupa da anni di tematiche legate al mistero e allo studio antropologico delle culture tradizionali, con un occhio di riguardo alla stregoneria e alle tradizioni pre cristiane.
Ha pubblicato diversi articoli in importanti riviste di settore, nonché approfondimenti e reportage su luoghi poco conosciuti e di interesse esoterico. Dopo il racconto Lei è Me contenuto nell’antologia L’Ultimo Canto delle Sirene della Dunwich edizioni, Streghe della Luna è la prima novella pubblicata dalla stessa casa editrice.

Cosa ne pensate? Vi piace questo genere?
A stasera con altre anteprime interessanti, ciaooooooooo!!!

Nessun commento

Lascia un commento

Grazie mille per aver lasciato un commento!