23 febbraio 2015

From my wishlist • 21

Buongiorno cari readers!!!

Come avete passato il weekend? Avete visto la notte degli Oscar ieri sera? Io purtroppo mi sono persa la diretta che spero di riuscire a rivedere da qualche parte. Questa mattina però, appena ho potuto sono andata a vedere chi ha vinto.
Sono contenta per alcuni, altri non li ho ancora visti ma rimedierò al più presto!

Per rimanere sulla lunghezza d'onda dei film, il tema di oggi per scovare i libri della mia wishlist è:

tre libri che hanno ispirato film


Di questo genere ce ne sarebbero una marea, fortunatamente o sfortunatamente moltissimi film prendono ispirazione da un libro (e io non manco di andarmeli a vedere). Per oggi ve ne mostro tre che sono entrati di recente a far parte della WL.


From my wishlist

Rubrica a cadenza settimanale (dovrebbe esserci il lunedì) ideata dal blog divoratori di libri,
dove seguendo dei temi precisi, presenterò tre libri della mia wishlist.
per l'elenco dei temi clicca qui.

Still Alice – Perdersi
di Lisa Genova

Editore: Piemme
Pagine: 294
Prezzo: 16,90 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: edizpiemme.it

Trama:
C’è una cosa su cui Alice Howland ha sempre contato: la propria mente. E infatti oggi, a quasi cinquant’anni, è una scienziata di successo, invitata a convegni in tutto il mondo, che ha studiato per anni il cervello umano in tutto il suo mistero. Per questo, quando a una importantissima conferenza, mentre parla davanti a un pubblico internazionale di studiosi come lei, Alice perde una parola – una parola semplice, di cui conosce benissimo il significato – e non riesce più a ritrovarla nel magazzino apparentemente infinito della sua memoria, sa che qualcosa non va. E che nella sua testa sta succedendo qualcosa che nemmeno lei può capire. O fermare. La diagnosi, inimmaginabile fino a un momento prima, è di Alzheimer precoce. Da allora, Alice, perderà molte altre parole. Perderà pian piano i nomi – per primi, quelli delle persone che ama, suo marito, i tre figli ormai adulti. Perderà i ricordi, ciò che ha studiato, ciò che ha fatto di lei la persona che è. In questo viaggio terribile la accompagnerà la sua famiglia: il cui compito straziante sarà di starle vicino, di gioire con lei dei rari momenti, luminosi e fugaci, in cui Alice torna a essere Alice. E, soprattutto, di imparare ad amarla in un altro modo.

–––––––– • ––––––––

The imitation game
Alan Turing storia di un enigma

di Andrew Hodges

Editore: Bollati Boringhieri
Pagine: 762
Prezzo: 15,30 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: amazon.it

Trama:
Uno dei più grandi geni del Ventesimo secolo, questo è statò Alan Turing. Nato a Londra nel 1912, considerato tra i padri della moderna informatica - spiegò la natura e i limiti teorici delle macchine logiche prima che fosse costruito un solo computer - fu un matematico fuori dal comune. Durante la Seconda guerra mondiale mise le sue straordinarie capacità al servizio dell'Inghilterra, entrando a far parte di Bletchley Park, la località top secret della principale unità di crittoanalisi del Regno Unito, e contribuì in modo decisivo alla decifrazione di Enigma, la complessa macchina messa a punto dai tedeschi per criptare le proprie comunicazioni, ribaltando così le sorti del conflitto. Ma la sua fu anche una vita tormentata. Perseguitato per la sua omosessualità, fu condannato alla castrazione chimica. Umiliato, a soli 41 anni, si suicidò in circostanze misteriose morsicando una mela avvelenata con cianuro. Nel 2013, dopo oltre sessant'anni dalla sua morte, la Regina Elisabetta gli ha "concesso" l'assoluzione reale. Con la verve di una spy story, la biografia di Andrew Hodges ci restituisce l'ambiente e il clima culturale del periodo storico in cui Turing è nato e si è formato, le sue brillanti idee in campo matematico e scientifico, e ci fa conoscere il lato umano e personale di un genio inquieto.

–––––––– • ––––––––

Mortdecai
di Kyril Bonfiglioli

Editore: Piemme
Pagine: 266
Prezzo: 16,50 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: edizpiemme.it

Trama:
Charlie Mortdecai è un mercante d’arte “dissoluto e immorale” di nobilissime origini che – più che altro per non pensare a quanta poca raffinatezza ci sia oggigiorno là fuori – si diverte a vivere disonestamente. Amante della vita pericolosa, delle letture osé e di svariati tipi di liquori, non può fare a meno del suo maggiordomo-sgherro, Jock, che si delizia a eliminare eventuali scocciatori col suo tirapugni di ottone, ma sa anche preparare a Charlie gustose colazioni annaffiate di brandy. Di tanto in tanto, Mortdecai ha qualche cliente milionario che gli chiede di procurargli questo o quel quadro di valore… Stavolta, si tratta della “Duchessa di Wellington” di Goya, che fino a poco prima se ne stava beatamente appesa al Prado di Madrid. Le cose si complicano quando il mandante, certo Milton Krampf, multimiliardario americano sposato con la bionda e vogliosa Johanna, ha la brillante idea di morire… Riuscirà Mortdecai, insieme al fedele Jock, a sfuggire ai servizi segreti di almeno due o tre Paesi, e soprattutto al suo temibile nemico, nonché vecchio compagno di scuola, il poliziotto Martland – un uomo davvero poco elegante, che non sa distinguere un porto da un whisky ben invecchiato? Un romanzo irresistibilmente divertente pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1972, che segna l’arrivo in Italia di un autore di culto, oggetto di una meritata riscoperta in tutto il mondo.

Andiamo con ordine, Still Alice di Lisa Genova mi piacerebbe leggerlo anche se ho ceduto e ho visto il film. Julienne Moore è stata spettacolare e mi ha invogliato tantissimo a prendere in mano il libro e divorarlo. Degli altri due, Alan Turing storia di un enigma e Mortdecai, non ho ancora visto il film ed è il motivo per cui mi piacerebbe leggere prima il libro.
Penso sempre che il libro sia migliore del film e, dal momento che non ho resistito alla tentazione di vedere il film, posso resistere ancora e dedicarmi alla lettura di questi due volumi.

Quali libri avete in wishlist che diventeranno film o lo sono già?
Ciaoooooo ^_^

2 commenti

  1. Io ho visto il film di Alan Turing e mi è piaciuto tantissimo! Un film che sto aspettando di vedere è la teoria de tutto e nel frattempo sto leggendo il libro. Quello che sto leggendo io è pesantuccio, spero che quello di Turing sia più scorrevole ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film La teoria del tutti l'ho visto e devo dire che mi é piaciuto molto. Eddie Redmayne é stato bravissimo.
      Appena smaltisco un po' di libri accumulati credo che mi butterò su Alan Turing ^_^

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!