12 dicembre 2014

"Magisterium. L'anno di ferro" di Cassandra Clare & Holly Black

Buongiorno amici readers!!!

Siamo a venerdì e il weekend si avvicina, oggi giornata di scioperi dei mezzi e quasi quasi sciopero anche io e mi faccio una bella dormita ^_^. Ma no! Ormai sono sveglia e sono riuscita a mettere insieme le idee per scrivere la recensione di Magisterium – L'anno di ferro di Cassandra Clare e Holly Black.

L'ho comprato appena uscito, era ancora negli scatoloni, ma lo dovevo avere. L'attesa e le aspettative per questo libro erano alle stelle. Dovevo averlo ^_^

Magisterium | L'anno di ferro
di Cassandra Clare e Holly Black

Editore: Chrysalide (Mondadori)
Pagine: 319
Prezzo: 17,00 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: librimondadori.it

Trama:
Quando raggiunge la grotta in cima al ghiacciaio, Alastair capisce subito che il Nemico l'ha preceduto. Sua moglie Sarah è stata uccisa, come gli altri maghi lì rifugiati. Solo il debole vagito di un neonato lo rincuora: suo figlio Callum, seminascosto accanto al cadavere della madre, è ancora vivo. Ma quando Alastair lo prende fra le braccia, le terribili parole incise nel ghiaccio da Sarah prima di morire lo fanno inorridire... Dodici anni dopo, quando Call viene ammesso al Magisterium, la prestigiosa accademia riservata ai ragazzi dotati di talento magico, suo padre è contrario: sin dalla più tenera età ha insegnato al figlio a diffidare della magia. E ora Rufus, il magister più anziano della scuola, lo ha ammesso all'Anno di Ferro, il primo del Magisterium. Call non può sottrarsi al suo destino. La magia scorre, in certe famiglie. Ma sul destino di Call incombe fin dalla nascita l'artiglio del Nemico.

• RECENSIONE •

Come già dicevo aspettavo con ansia l'uscita del libro, ho letto tutto della Clare e questo libro prometteva tantissimo. Purtroppo prima ancora di iniziarlo ho letto nella blogosfera che era molto simile ad HP e così ero un po' scettica. Devo dire che alcune somiglianze ci sono, ma ci sono anche tantissime differenze e siamo solo al primo volume di una saga quindi, senza ombra di dubbio, vi dico che il libro non mi ha deluso per niente. Ho adorato come al solito la Clare e ho iniziato a conoscere la Black. (Ho inserito in WL una serie infinita di suoi libri  *ahahahah*) Sono state un bellissima accoppiata, non si sente che è un libro scritto a quattro mani. C'è una fortissima intesa e armonia!

Il trio di personaggi che creano mi è piaciuto moltissimo, si adattano benissimo l'uno all'altro e il nostro protagonista, Callum Hunt, mi è troppo simpatico. È un ragazzino tenerissimo, nonostante i suoi momenti di testardaggine.

La cosa che mi ha colpito di più sono le ambientazioni di questo romanzo; il Magisterium, la scuola di magia, si trova sotto terra in una rete intricata di gallerie, con tantissime scorciatoie. Il fatto che Call pensi di potersi perdere, mi fa capire l'immensità del posto e mi fa anche venire voglia di visitarlo *ditemi che si potrà un giorno*

La magia che viene praticata all'interno del Magisterium, e che esiste, in questo mondo inventato dalle due autrici, è basata sugli elementi naturali. Acqua, Aria, Fuoco, Terra e Caos.
In pochi riescono a padroneggiarli tutti e cinque. Il Caos è il più difficile di tutti e colui che riesce a dominarlo è importantissimo all'interno del Magisterium.

Il Fuoco vuole bruciare.
L'Acqua vuole scorrere.
L'Aria vuole sollevarsi.
La Terra vuole legare.
Il Caos vuole divorare

Questi sono i principi con cui un allievo viene introdotto alla magia. Il nostro trio dovrò superare cinque anni di insegnamenti prima di poter padroneggiare tutti gli elementi e io non vedo l'ora di seguire le loro avventure.
Dopo un finale come questo non so se riuscirò a resistere all'attesa che mi divide dal prossimo volume.

Il mio giudizio: 4.5/5
S4.5

Lo avete già letto? Cosa ne pensate?
Alla prossima recensione!!
Ciaooooooooo ^_^

2 commenti

  1. Ce l'ho anche io in WL e mi alterno sempre sul: lo prendo non lo prendo, proprio a causa delle recensioni. Ho l'impressione che sia uno di quei libri che devi leggere in prima persona e stop.
    Comunque grazie per la recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me vale la pena di leggerlo, mi è nolto piaciuto! Sono comunque d'accordo con te, va letto in prima persona! Cercando di non pensare ai commenti altrui e godersi la lettura :)

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!