10 ottobre 2014

"Shift" di Hugh Howey

Buon pomeriggio a tutti readers!!!

Ci stiamo avvicinando al fine settimana e il tanto agognato riposo. Ieri sono stata assente e ho saltato l'appuntamento con Cover Battle, ma oggi mi faccio perdonare con una bella recensione.

Quindi vi lascio subito con il mio parere su Shift, secondo volume della Trilogia del Silo di Hugh Howey.

ATTENZIONE!! Avvicinatevi alla lettura di questa recensione solo dopo aver letto il primo volume. Se volete leggere la mia recensione su Wool (primo volume) cliccate qui. Questa recensione non contiene spoiler riguardanti Shift ma consiglio di leggere il libro prima di proseguire con la lettura. ^_^

Shift
di Hugh Howey

Editore: Fabbri Editore
Pagine: 624
Prezzo: 14,90 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: fabbrieditori.eu

Trama:
Cosa faresti se fossi costretto a sopravvivere mentre tutti coloro che hai amato sono morti? E se l’unico luogo sicuro fosse sepolto metri e metri sottoterra? Siamo all’inizio del silo, prima di Wool. In un futuro a meno di cinquant’anni da noi, il mondo è ancora come lo conosciamo. Il tempo continua a scivolare tranquillo, ma la verità è che sta per scadere. In pochi sanno quello che il futuro ha in serbo: solo gli uomini al potere, che si stanno preparando in segreto per qualcosa di terribile. Due invenzioni fondamentali cambiano il corso della storia: una tecnologia in grado di rallentare l’invecchiamento e una pillola capace di eliminare ogni brutto ricordo. L’umanità, nello stesso momento, scopre i mezzi per causare la propria disfatta totale e il modo per dimenticarsene. È un percorso che porterà alla distruzione, un percorso che ci porterà sotto terra. La storia del silo sta per essere scritta, il nostro futuro sta per iniziare. Claustrofobico e inquietante, Shift si immerge sempre più nelle profondità dei silos, guidandoci fino alle loro origini. In un susseguirsi di rivelazioni, le domande di Wool trovano qui una risposta. O meglio, una delle tante possibili. In attesa di Dust, capitolo conclusivo dello straordinario mondo creato da Hugh Howey.

• RECENSIONE •

Il primo romanzo, ci aveva lasciato con Juliette che tornava al suo silo (ovvero il silo 18) dopo essere riuscita a scavalcare la collina che la divideva dalla realtà; un mondo di altri silos identici al suo. Arrivata dall'altra parte fa la conoscenza di Solo (Jimmy) che abitava il silo 17. In questo volume scopriamo cosa è successo nel silo 17 e quali sono state le cause che hanno portato alla quasi estinzione dello stesso.

In Shift abbiamo un'idea più precisa della temporalità in cui si svolge la storia, i capitoli vanno dal 2049 al 2345. E iniziamo a capire come siamo arrivati alla situazione in cui ci troviamo in Wool.

Nel 2049, infatti, conosciamo un nuovo personaggio Donald, neo deputato ad Atlanta. Entrato in servizio da poco, viene coinvolto in un progetto architettonico; laureato in questo settore viene inserito in un team che lavora alla progettazione di silos interrati, con la funzione di ancora di salvataggio per i lavoratori di una centrale nucleare, in caso si verifichi una perdita.

Come ben sappiamo, dopo aver letto Wool, questi silos salveranno delle persone, ma saranno soltanto le persone scelte da chi ha progettato il tutto. Durante l'inaugurazione di queste strutture, ci sarà un "incidente" programmato che costringerà in presenti a rifugiarsi all'interno dei silos e renderà l'ambiente esterno inabitabile.

Saremo quindi trasportati all'interno del silo 1, centrale di questa operazione. Conosceremo Troy, un uomo consapevole di aver dimenticato qualcosa ma ignaro di cosa sia.
Capiremo le dinamiche interne di questo silo: non ci sono donne e bambini, ma solo uomini che lavorano incessantemente e alla fine del loro turno, vengono ibernati per poter riprendere il proprio lavoro anni dopo senza invecchiare. Chi non rispetta le regole viene condannato al sonno eterno, uno stato di ibernazione uguale alla morte.

Ma anche qui, dove le regole sono bene definiti, non è detto che tutto vada per il meglio.

Non vi svelo nient'altro e vi lascio con la curiosità di leggere il libro.
Un libro che dà molte risposte ma che ti lascia con un sacco di domande nuove. Ora bisogna leggere l'ultimo capitolo per sapere davvero come si sviluppa la storia.

La narrazione rimane un po' lenta, ma se nel primo volume si poteva evitare qui credo fosse necessaria per risolvere alcuni quesiti. Un prequel, non prequel che ho letto con piacere anche se mi aspettavo qualcosina di più.

Il mio giudizio: 3/5
S3

Lo avete già letto, cosa ne pensate?
Ci vediamo alla prossima recensione!!
Ciaooooooooo



Gli altri libri della trilogia del silo:
  • Wool (Wool #1)
  • Shift (Wool #2)
  • Dust (Wool #3)

6 commenti

  1. mi hai incuriosito, ma dopo l'esperienza con Wool non credo che lo leggerò :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche a me non aveva fatto impazzire Wool, ma questo spiega moltissime cose che in Wool erano in sospeso. Sono comunque curiosa di scoprire il finale prima di decidere se è stata una serie no!!!

      Elimina
  2. Bella recensione Cla, mi hai fatto capire cosa mi troverò davanti cominciando questo libro. Io devo leggerlo, e devo farlo al più presto, altrimenti rischio di non riuscire a collegare nomi-cose-città del libro precedente (lo so sono matta >.<)... peccato che anche questo sia lentino u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) leggilo leggilo che ti toglie un po' di dubbi su quello che è accaduto in Wool!
      Anche io cerco sempre di leggere subito il seguito se c'è per paura di dimenticarmi le cose lette nel primo ^_^

      Elimina
  3. Ciao,io non ho letto il primo ma mi incuriosisce la trama!tu che mi consigli? baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Il libro ha davvero una trama molto bella e la storia di fondo è davvero interessante. Ha solo una pecca: è a tratti un po' lento! Secondo me vale la pena di leggerlo per la diversità del tema :)

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!