24 ottobre 2014

"Mystic City" di Theo Lawrence

Buona sera, cari readers!!!

Finalmente ce l'ho fatta!!!! Tra ieri e oggi sono stata davvero presissima dal lavoro e appena arrivata a casa (causa anche supermega ritardi con il treno) non ho avuto molto tempo da dedicare al blog. Ma finalmente eccomi qui :)
Dopo un bel po' di tempo riesco anche a pubblicare una recensione, ne ho alcune in arretrato e non riesco proprio a decidermi a scriverle. Devo mettermi sotto ^_^

Come avrete capito, oggi vi lascio con una recensione. Ho letto con il gruppo di lettura del blog di Denise (Reading is believing) il libro Mystic City di Theo Lawrence e dopo giorni di riflessione ecco qui il mio pensiero.

Mystic City
di Theo Lawrence

Editore: Chrysalide (Mondadori)
Pagine: 400
Prezzo: 17,00 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: librimondadori.it

Trama:
Manhattan è stata sommersa dall'acqua. In una New York del futuro, vittima del riscaldamento globale, i quartieri sono rigidamente divisi: la zona più elevata è abitata dai ricchi, mentre la classe inferiore è costretta a vivere nello squallore delle Profondità, ai livelli più bassi. I capi corrotti della città ricca sopravvivono grazie all'energia generata dai mistici, rappresentanti della classe inferiore dotati di capacità magiche. Come nella tragedia di Shakespeare, accade l'impensabile: Aria, figlia di un ricco criminale, si innamora di Hunter, un mistico ribelle e rivoluzionario, determinato a cambiare il destino del suo popolo. Un amore proibito tra due famiglie nemiche è destinato a portare lutti e dolore, ma anche a cambiare per sempre la vita di Aria e del suo mondo.

• RECENSIONE •

La trama e la copertina, di questo libro, avevano fin da subito attirato la mia curiosità, e così quando ne ho avuto l'occasione l'ho iniziato senza pensarci neanche un po'. Ero piena di aspettative positive nonostante avessi letto su diversi blog delle recensioni negative.

Il romanzo ci racconta una storia d'amore alla Romeo&Giulietta, ma proprio alla Romeo&Giulietta, cioè ha davvero tantissimi punti in comune con la storia di questo tragico amore e manca un pochino di originalità. A differenza di Romeo&Giulietta, Mystic City è ambientata in una New York del futuro divisa in due parti; abbiamo la zona dei bassifondi, Abyss, dove vivono i poveri e i mystic, e Aire, la zona d'élite che ha sua volta viene divisa in due.
La divisione di Aire è dovuta a due famiglie rivali; i Rose e i Foster. Noi siamo catapultati direttamente in mezzo ad entrambe.

Il periodo in cui si svolge la storia, segue i preparativi il matrimonio tra Aria Rose e rullo di tamburi...trum trum...Thomas Foster (ma si proprio il figlio del rivale del padre), che servirà a legare le due famiglie nel clima di elezioni che aleggia sulla città. Il candidato per Aire è il fratello di Thomas mentre, per la prima volta dopo anni, si candida alle elezioni un Mystic.

Nei primi capitoli, troviamo Aria che cerca di capire come mai ama Thomas – ha perso la memoria dopo un'intossicazione da Stick –. Mentre cerca di capire questo suo amore, conosce Hunter un Mystic non purificato, e inizia a capire che c'è qualcosa che non va. Qui la storia si fa più interessante, ci immergiamo nella vita di Abyss e cerchiamo di capire qualcosa insieme a Aria.
Un vero peccato è la mancanza di dettagli che ci descrivano il carattere dei personaggi. Ad esempio conosciamo Hunter, ma non sappiamo niente di lui nonostante sia uno dei fulcri su cui si articola la storia.

A mio parere avrei lasciato più spazio ai dettagli. Adoro i dettagli, mi fanno sentire parte del libro, mi aiutano a creare con la fantasia il mondo ideale in cui si svolge la storia. Le ambientazioni per quanto molte belle mi hanno fatto subito pensare a qualcosa di già visto.

Nell'insieme mi è piaciuto, ma ha avuto degli alti e bassi lungo il percorso e questo non mi porta a dargli un punteggio altissimo.

Il mio giudizio: 3.5/5
S3.5

Lo avete già letto, cosa ne pensate?
Ci vediamo alla prossima recensione!!
Ciaooooooooo



Gli altri libri della trilogia:
  • Mystic City (Mystic City #1)
  • Inedito (Mystic City #2) – Toxic Heart in lingua originale
  • Inedito (Mystic City #3)

4 commenti

  1. Concordo con la tua recensione. L'ho trovato carente sia nell'approfondimento psicologico dei personaggi ché nelle descrizioni dell'ambiente. Insomma, non puoi non descrivere una New York sott'acqua, DEVI descriverla, già da sola avrebbe appassionato di più secondo me. Tra l'altro io non ho capito come mai se Abyss è sommersa i tunnel della metro non sono sott'acqua ma liberissimi ma okay...!
    Se magari la trama fosse stata più ricca e meno banale, forse... Aspetto il sequel, speriamo bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, se ci fossero state delle descrizioni di NY sommersa mi sarei persa nella lettura, solo quello mi avrebbe catturata!! :)
      Speriamo che il sequel sia migliore, sono comunque curiosa di leggerlo!!

      Elimina
  2. Carino il nuovo sistema di rating *-* me l'ero persa!
    Mystic City inizialmente lo desideravo tantissimo, ma ultimamente non faccio che leggere recensioni negative o recensioni "ni"..sinceramente un po' mi è passata la voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io volevo leggerlo tantissimo e un po' mi ha delusa, ma è stata comunque una lettura scorrevole. Non sono tantissime pagine e lo leggi anche velocemente, adesso aspetto il sequel nella speranza che sia un miglioramento :)

      Elimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!