17 settembre 2014

Premio curiosità 2014

Buongiorno a tutti lettori!!!!!

Qui su Words of books è arrivata una nuova nomination per un premio davvero simpatico. Si tratta del premio curiosità 2014, che con cinque semplici domande svela alcune cose su di me.
Per questa nomination devo ringraziare Chiara del blog A zonzo tra le pagine che mi ha lasciato in una bella situazione.

REGOLE

• Inserire il banner con il micetto
• Rispondere alle cinque domande
(• Facoltativo taggare altri blog)


Incominciamo subito :)

  • Hai qualche qualità personale che nessuno sembra apprezzare?

Iniziamo subito con il difficile, una qualità che nessuno sembra apprezzare. Sono servizievole, se qualcuno mi chiede un favore non mi tiro indietro. Se è una cosa che sono in grado di fare, ben venga, la faccio subito senza problemi. Se, invece, è una cosa che non so fare, mi metto a studiare un modo! Se devo fare 200 miliardi di cose e mi chiedi un favore, aggiungo anche quello a lista. Molte volte un grazie arriva, altre volte non si sente nemmeno un eco lontano. Non credo si accorgano di avermi chiesto un favore o tanto meno che io abbia fatto qualcosa per loro. Boh!
Un buon modo per prendersela in quel posto, a volte!


  • Il sogno più interessante che tu abbia mai fatto

Ultimamente non mi ricordi molti sogni, quando mi sveglio svaniscono subito. Ce n'è uno, però, che mi è rimasto impresso in quest'ultimo periodo: stavo leggendo, come al solito, prima di andare a dormire e nel sogno mi sono ritrovata catapultata nel mondo che mi ero immaginata come sfondo di quella storia, la cosa più assurda è che stavo scappando da una valanga di vampiri che non guardavano nessun altro, solo me. Il resto degli umani se ne stava bello tranquillo a lato della strada e rideva indicandomi. *che cattivi*
La mattina mi sono svegliata stanchissima, manco avessi corso per davvero!


  • Ti senti più te stesso nel mondo reale o nel mondo virtuale?

Vediamo un po'... Non parlerei proprio di sentirmi me stessa, perché mi sento me stessa sia qui (nel cosiddetto mondo virtuale), sia nel mondo reale. Direi però che nel mondo virtuale posso dar libero sfogo a quello che mi piace e trovare delle persone che condividono con me gli stessi interessi. Nel mondo reale se parlassi solo di libri 24 ore al giorno (come ormai faccio con il mio moroso che ha un sacco di pazienza) non so quante persone condividerebbero le mie chiacchiere. :)


  • Esponici il tuo abbigliamento-tipo di quando avevi 14 anni.

Per mia fortuna/sfortuna non sono mai stata brava con la moda. Diciamoci la verità non ci capisco un fico secco! A 14 anni tanto meno, credo che il mio abbigliamento non sia poi cambiato molto, forse ora è più sobrio ma rimango una fedele sostenitrice di jeans e t-shirt.


  • Qual è il modo più strano in cui ti sei fatto male?

Se guardassi dove metto i piedi probabilmente mi farei meno male, o perlomeno farei meno figuracce! Un modo assurdo per farmi male, da sola, comunque lo trovo sempre. Una volta, ormai un po' di anni fa, arrivata in piazza nella mia città dove avevo appuntamento con i miei amici dopo scuola, ho deciso di togliermi lo zaino dalle spalle. Fin qui sembra una cosa normale se non fosse che cinque secondi dopo decido di spostarmi e voilà... inciampo bella decisa sullo zaino e finisco gambe all'aria, come nei cartoni animati. Per due giorni ho fatto fatica a sedermi.


Ora che ho finito con queste domande corro subito a nascondermi.
Ma prima di trovare un angolino dove scomparire nomino altri blog così da non lasciare nessuno senza momenti imbarazzanti da raccontare :)

I miei nominati sono:

Chiara di Chiara legge troppo
Cee di Se solo sapessi dire
Jess di Cherry diamond lips makeup
Erika di Wonderful Monster
Ale de L'angolino di Ale


Non vedo l'ora di venire a leggere cosa risponderete (muaahahaha *risata malefica*)
Ciaoooooooo ^_^

6 commenti

  1. Credo che ormai la parola "grazie" o più in generale un modo per ringraziare stiano cadendo in disuso, capita spesso anche a me di non ricevere un grazie, nemmeno un sorriso... ormai ci ho fatto il callo, ma quando sono persone a cui tengo che non ringraziano, allora mi faccio sentire xD
    Mi trovo d'accordo con te per la domanda sull'abbigliamento: jeans e t-shirt/felpe forever *_* Stessa cosa per la domanda sull'essere se stessi, la vivo esattamente come te :)

    RispondiElimina
  2. Si infatti, il "grazie" ormai è passato di moda, lo si da un po' per scontato, come se non servisse.
    Sono contenta, invece, che abbiamo un po' di cose in comune :) #vivajeansetshirt

    RispondiElimina
  3. E finalmente ce l'ho fatta a farlo anche io!
    Grazie della nomination, Cla! <3

    RispondiElimina
  4. Vado subito a leggere cosa hai scritto di bello :)

    RispondiElimina

Grazie mille per aver lasciato un commento!