15 agosto 2014

"La diciassettesima luna" di Kami Garcia & Margaret Stohl

Buongiorno readers!!!

Sono finalmente tornata operativa nel mondo dei blog! Sono tornata da due giorni dalle vacanze e avrei voluto tantissimo rimanere ancora un po' a Djerba. La vacanza è stata davvero bellissima e ho visitato dei bellissimi posti (il Sahara è stata un'esperienza indimenticabile, soprattutto il giro in dromedario ^_^).
L'ambiente poi era davvero suggestivo, sembrava una cartolina :) Guardate un po' che tramonto che c'è stato, la foto mi è venuta particolarmente bene (sembra finta ^_^)

Djerba

Ma tornando a parlare dei nostri amati libri, sto portando avanti il mio fioretto di concludere le serie iniziate, non mi viene benissimo, ne ho appena iniziata una nuova, ma comunque cerco di mantenerlo al meglio :)
Oggi infatti scrivo la recensione de La diciassettesima luna di Kami Garcia & Margaret Stohl, secondo volume della serie The Caster Chronicles.

La diciassettesima luna
di Kami Garcia & Margaret Stohl

Editore: Oscar Mondadori
Pagine: 487
Prezzo: 10,50 €
Formato: Brossura
Link acquisto: librimondadori.it

Trama:
Credevo che il nostro paesino, sepolto nella boscaglia della Carolina del Sud, fosse il centro del nulla. Un luogo dove non succedeva mai niente e in cui niente sarebbe mai cambiato.
Poi mi innamorai di una Maga. Lei mi fece scoprire un altro mondo fra le crepe dei nostri marciapiedi sconnessi. Un mondo che era lì da sempre, nascosto in bella vista. La Gatlin di Lena era un luogo in cui le cose succedevano, eccome – cose impossibili, sovrannaturali, che cambiavano la vita. Che le ponevano anche fine, a volte. Fino a qualche mese prima, pensavo che nulla sarebbe mai cambiato. Ora che ne sapevo di più, avrei tanto voluto che fosse stato così. Perché a partire dall'istante in cui mi ero innamorato di una Maga, nessuna delle persone a cui volevo bene sarebbe più stata al sicuro.
Lena credeva di essere l'unica a essere maledetta, ma si sbagliava. Adesso la sua era diventata la nostra maledizione.


––– RECENSIONE –––

Come cominciare??
Ho iniziato questo libro subito dopo aver finito il primo volume, ma lo avevo accantonato perché non mi prendeva. Qualche mese dopo, ecco che lo riprendo tra le letture perché volevo concludere la saga. Devo dire che dopo una partenza incerta, che era il motivo per cui lo avevo abbandonato, il libro si riprende tantissimo tanto che adesso voglio avere tra le mani il seguito.

Questo volume inizia con il funerale di Macon, lo zio di Lena, nel giardino della pace perpetua. Tutta la prima parte del libro vede il ritorno di Lena e Ethan a scuola e a una routine che non è mai stata loro. Un inizio lento, dove i sensi di colpa di Lena e lo spaesamento di Ethan fanno da padroni.
Queste prime pagine vedo però un Link sempre più presente nella storia e sempre sconvolto per Ridley(che in questo volume vedremo diversa in modi che non ci aspettavamo minimamente).

Con lo scorrere delle pagine, la vicenda si fa un più interessante, vengono introdotti dei personaggi nuovi come Liv, Olivia Durand, che studia presso la biblioteca di Gatlin per diventare Custode, e John Breed, mezzo mago e mezzo incubus.

Lena, perde sempre di più la ragione e viene spinta dalla parte delle Tenebre dal suo pensare negativo e dall'allontanare tutti, compreso Ethan. Quest'ultimo sempre più cocciuto, non vuole credere che L faccia parte delle Tenebre e parte dunque alla sua ricerca.

In questo viaggio, Ethan, viene accompagnato da Link e Liv, ma anche dalla gatta Lucille, che si scoprirà poi essere un gatto magico (un po' come Boo). Attraverso i labirinti della Domus, cercheranno di raggiungere la Grande Barriera; un posto leggendario dove esiste solo la magia pura e non ci sono distinzioni tra Tenebre e Luce. È lì che è diretta Lena accompagnata da John ed è lì che Sarafine cercherà di attirare, prima del dovuto, la diciassettesima luna della reclamazione.

Un viaggio ricco di spostamenti e di descrizioni sul mondo sotterraneo della Carolina del Sud, un viaggio ricco di avvenimenti e colpi di scena che accompagnano nella lettura in modo avvincente.
Le ultime pagine si leggono poi tutte d'un fiato. Vista la partenza a rilento non avrei mai pensato che il libro mi prendesse tanto e invece l'ho divorato.

Ora sono curiosa di scoprire che cosa accadrà ai nostri personaggi, dopo che la diciassettesima luna è stata distrutta.

Il mio giudizio: 3/5
S3

Voi avete letto la serie?? vi sono piaciuti tutti o come me avete trovato questo volume un po' lento inizialmente??
Alla prossima!!!! Ciaooooo ^_^



Gli altri libri della saga:
  • La sedicesima luna (The Caster Chronicles #1)
  • La diciassettesima luna (The Caster Chronicles #2)
  • La diciottesima luna (The Caster Chronicles #3)
  • La diciannovesima luna (The Caster Chronicles #4)

Nessun commento

Lascia un commento

Grazie mille per aver lasciato un commento!