28 giugno 2014

"The Prey" di Andrew Fukuda

Buongiorno a tutti!!!!!

Dopo aver letto The Hunt (qui la recensione per chi non l'avesse letta prima) di Andrew Fukuda, non sono riuscita ad aspettare molto e ho già divorato il secondo volume della trilogia, The Prey. (Non mi rimane che impossessarmi dell'ultimo capito, mauhahahah - risata malefica).
Devo dire che non mi aspettavo un secondo capitolo così emozionante, di solito i volumi centrali delle trilogie sono quelli meno emozionanti e, invece, questo qui mi ha lasciato davvero con il fiato sospeso fino all'ultima pagina *_*

ATTENZIONE!!!! Per chi non avesse letto il primo volume, la lettura di questa recensione potrebbe rovinarvi la sorpresa.

The prey
di Andrew Fukuda

Editore: il castoro
Pagine: 365
Prezzo: 15,90 €
Formato: Rilegato
Link acquisto: castoro-on-line.it

Trama:
Gene è in fuga. Tutto il suo mondo è crollato. Con lui ci sono gli ultimi umani sfuggiti alla Caccia, dietro di lui un'orda famelica di predatori. Ashley June è lontana – sarà ancora viva? Al suo fianco c'è Sissy: coraggiosa, determinata, una vera leader.
Quando la fuga li porta in un rifugio di umani sulle montagne, tirano un sospiro di sollievo. Ma non è tutto come sembra, e nel giro di poco tempo, Gene è costretto a domandarsi se il Nemico non sia molto più vicino di quanto pensasse. A poco a poco, si fa strada una sola certezza: Gene e Sissy dovranno contare solo su loro stessi. Se vorranno sopravvivere.


• RECENSIONE •

Ci ritroviamo esattamente dove avevamo lasciato i nostri protagonisti, non ci sono salti temporali, e sembra proprio che la storia continui senza interruzioni. Siamo sul fiume Nede, diretti verso la Terra Promessa descritta dallo Scienziato e alla ricerca dello Scienziato stesso che, come si scopre nell'ultima frase di The Hunt, è il padre di Gene, creduto ormai morto da anni. Con questa nuova consapevolezza Gene, e gli altri ragazzi continuano a seguire il fiume inseguiti dalla Gente, fino al rocambolesco tuffo nella cascata. Sopravvissuti al salto, riescono a trovare una via d'uscita che li conduce in un villaggio pieno di umani.

Qui finalmente si iniziano a ricevere risposte che ci seguono fin dal primo volume, si scopre come siamo arrivati a vivere in un mondo dove la razza umana è quasi estinta, e come i Tenebridi (che finalmente hanno un nome e non vengono più chiamati Gente) si siano impossessati di tutto. Il libro non lascia tregua, si legge tutto d'un fiato. Ogni azione crea un susseguirsi di emozioni e scoperte che ti spingono a leggere ancora e ancora.

Tra dubbi e domande, che gli stessi protagonisti si pongono, ti viene da chiederti se hanno trovato il paradiso e se sono incappati in un altro inferno. Il villaggio è pieno di regole ferree e disobbedire a queste regole porta ad avere Marchi di Demeritomentre essere ligi al dovere, lavorare duramente e stare al proprio posto, porta inevitabilmente ad avere dei Marchi di Merito tatuati sulle braccia. Accumulare marchi di merito ti avvicina alla Civiltà, collegata al villaggio da una rete ferroviaria. Ma questa Civiltà esiste davvero? Come mai non ci vanno tutti? Le domande non hanno mai fine in questo volume e attraverso la lettura si arriva ad avere una risposta.

Va beh non vi svelo nient'altro altrimenti che gusto ci sarebbe a leggerlo? Lo consiglio vivamente!!

Il mio giudizio: 3/5
S5
Qualcuno di voi lo ha già letto??
Ci vediamo alla prossima recensione
Ciaoooo ^_^



Gli altri libri della trilogia:
  • The Hunt (The Hunt #1)
  • The Prey (The Hunt #2)
  • The Trap (The Hunt #3)

Nessun commento

Lascia un commento

Grazie mille per aver lasciato un commento!