8 aprile 2014

Spring tag

Ciao! Oggi ho pensato, dato che è da un po' che non scrivo, di fare un TAG! Non ne ho mai fatto uno, allora mi sono decisa a guardare qua e la sui blog per trovarne uno simpatico da poter replicare. Mi ha ispirato tanto questo sulla primavera dal titolo I love spring ideato da Kikatscanread.


Forza vediamo un po' come viene...

• 1 • Come è la primavera dove vivi? La primavera dove vivo?
Bella domanda. Sono cresciuta al mare e quindi il mio ricordo della primavera si mischia con l'arrivo dell'estate, perché come ormai si dice non ci sono mezze stagioni. Mi ricordo che appena usciva uno spicchio di sole caldo, si correva in spiaggia per le prime tintarelle. Quando sei bianco come un lenzuolo e hai paura che ad Agosto potresti spaventare i turisti.
Adesso che mi sono trasferita da un paio d'anni, affronto la primavera con gli alberi che fanno volare mille pollini qua e là, da far sembrare che nevichi. Fortunatamente non soffro di allergie quindi questo svolazzare è molto bello, a volte mi sembra la scena di un film. Per le temperature invece, non mi abituerò mai, non capisco se faccio caldo o freddo e mi ritrovo ad uscirà di casa imbacuccata e poi a tornarci che sto letteralmente morendo di caldo.
Non vedo l'ora che arrivi l'estate!

• 2 • L’uscita librosa più attesa di questa primavera?

Finalmente una domanda alla quale so rispondere senza esitare. Il libro che ho atteso di più questa primavera è, senza ombra di dubbio, Allegiant di Veronica Roth, il terzo e ultimo capitolo della trilogia Divergent.Ho divorato Divergent e Insurgent in un solo weekend e mi stupisco di essermeli fatti scappare così al lungo.
L'ho finito di leggere da una settimana e sono ancora un po' scossa da questo finale mozzafiato. Possiamo tranquillamente dire che è stata un'attesa bene ricompensata.





• 3 • Una copertina di un libro che ti fa pensare alla primavera.

Pensando bene hai libri che ho sulle mie mensole in camera, il primo che mi viene in mente che mi ricorda la primavera è Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh. La particolarità di questa copertina è che, all'interno della polaroid, appaiono diversi fiori e tu puoi scegliere quello che ti piace di più. Sulla mia c'è la rosa, ero indecisa tra questa e il tulipano ma poi la sorte a scelto per me, dato che il giorno dell'acquisto in libreria quella con il tulipano era finita. Sono contenta della scelta perché trovo l'immagine della rosa molto bella e realistica.





• 4 • Dove leggi durante questa primavera?
Durante la primavera, come durante l'inverno e l'autunno, passo moltissimo tempo a fare la pendolare in treno per lavoro. Quindi leggo soprattutto mentre viaggio. Pensando però alle belle giornate, nel weekend, ne approfitto per andare un po' all'aperto, mi ritrovo spesso sul lungo fiume vicino a casa. È così rilassante leggere e avere come sottofondo lo scorrere del fiume.

• 5 • Trova una cover con il sole su di essa!

Caspita qui si che siamo sul difficile, purtroppo non ho libri, nella mia libreria, che hanno rappresentato il sole in copertina. Vorrei però leggere Mille splendidi soli di Khaled Hosseini, che nonostante non abbia il disegno del sole in copertina, attraverso il titolo e la scelta dei colori utilizzati, sembra di vedere un sole molto luminoso stagliarsi sullo sfondo di questa copertina. Penso che possa rientrare nella categoria delle copertine con il sole.






• 6 • Quali sono le tue letture preferite primaverili?
Primaverili? No, non ho un genere preferito durante le diverse stagioni, mi piacciono molto gli urban fantasy e i distopici. Questi li leggere in qualsiasi occasione. Poi a volte scatta il colpo di fulmini in libreria, leggo anche altri generi.

• 7 • Trova un libro con molti colori diversi su di esso.

Senza frugare troppo nella mia libreria, la cover che mi salta subito allo sguardo (forse perché anche tra le mie preferite) è sicuramente Divergent di Veronica Roth. La copertina sulla quale spicca il simbolo infuocato, dai colori molto vivaci che lo caratterizzano (giallo, rosso e arancione), fa netto contrasto con lo skyline di Chicago sottostante dove sono stati utilizzati dei colori freddi, come il blu e il verde. Per finire lo sfondo sfuma, verso l'alto, con un grigio per rappresentare le nubi che fa risaltare ancora di più l'effetto del fuoco.





Evvai il mio primo tag è finito! Spero vi piaccia, e spero che abbiate voglia anche voi di riproporlo.

Nessun commento

Lascia un commento

Grazie mille per aver lasciato un commento!